La prima Rece non si scorda Mai…Zombie Massacre XD

Benvenuti a quella che potrebbe essere la prima di una serie di recensioni dedicati a film che ho visto e che vedrò, sottoponendovi a cosa il sottoscritto va a vedersi (o gli fanno vedere, dipende). Stavolta cominciamo con una pellicola che alcuni potrebbero etichettare come “Trash” o “B Movies”, ma che va inserito nel genere “Horror di nuova generazione”: Siore e Siori, ecco a voi “Zombie Massacre”.

 

Zombie Massacre Poster

 

Premessa: avevo visto qualche trailer sul tubo e non ero molto interessato, ma poi ho visto che l’11 davano una premiere GRATUITA del film dalle mie parti e ho pensato: perché No?

Telefono quindi al mio Compagno di Avventure preferito in una conversazione riassumibile più o meno così:

Io: – Strunz ti va di andare al cinema?

Lui: – A vedere che Uomo?

Io: – Zombie Massacre, lo danno AGGRATISSE a Empoli

Lui: – OK ‘nnamo

Ci rechiamo quindi a Empoli e giungiamo nei pressi del Cinema “La Perla” dove si terrà la proiezione: Cinemino molto attivi che propone diverse rassegne a tema fra cui “Perla Nera Horror Festival”, che si é tenuta a fine novembre.

 

Ero alla premiere, c'ho le prove visto?

Ero alla premiere, c’ho le prove visto?

 

Entriamo poco prima del previsto inizio e ancora la sala é in buona parte vuota, la debacle sembra nell’aria inizio a pensare che per l’inizio del film non arriverà nessuno, ma in meno di mezz’ora la sala si riempie, come potete vedere qui sotto:

ZombieMassacre #2

(Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2012)

Poco prima del film i due registi, che scopro essere empolesi (e quindi si spiega il perché della premiere proprio qui), Luca Boni e Marco Ristori), ci raccontano brevemente di come il film sul mercato estero ha avuto un certo successo (mi risulta sia stato comprato e proiettato in 25 paesi) e poi ci presentano una buona parte del cast presente in sala (non sono presenti gli attori americani per motivi di trasferta ma quelli inglesi sono qui):

ZombieMassacre #4

(Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2012)

(da sinistra: Michael Segal, Mike Mitchell, Marco Ristori, Luca Boni, John Campling, Carl Wharton, Daniel Vivian, Ivy Corbin)

Ma veniamo al film: di cosa parla? La trama vede un incidente scoppiato in un laboratorio dell’Est europeo dare origine alla fuga di un virus che crea una reazione mutagena che trasforma le persone della vicina città in Zombie; scopriamo che dietro al laboratorio c’é il Governo USA (ma guarda un pò) e che decidono di risolvere la cosa nel modo più semplice: una bella Tabula Rasa Nucleare del posto e farlo passare per uno “spiacevole incidente”, che vuoi che sia?

Ecco così che il classico generale stronzo (Carl Wharton, in un ruolo che  gli calza a pennello) viene incaricato di formare un Team che si occuperà della cosa: a capo del Team troviamo il classico ufficiale americano ingiustamente detenuto in carcere (scopriremo poi il perché) in cerca di redenzione che vede in questa missione suicida la possibilità di uscire dalla prigione ( interpretato dall’americano Christian Boeving, uno degli assenti giustificati della premiere), a cui vengono affiancati un gruppo di mercenari a pago (massì in fondo hai i Marine, I Navy Seals, la Delta Force, I Berretti Verdi…GIUSTAMENTE prendi dei mercenari a cash).

Il Trio é composta da un cecchino slavo dalla mira infallibile (Daniel Vivian), un dinamitardo di lungo corso (Mike Mitchell che devo dire é diventato subito il mio preferito) e una esperta di tecniche Ninja (Tara Cardinal, altra americana assente) con certi richiami alla Black Widow di avengeriana memoria e un pizzico di Kill Bill. I tre raggiungono l’amena località e quando devono piazzare l’ordigno che dovrà distruggere il posto, si rendono conto che le cose stanno per prendere una brutta piega…

Tara Cardinal dimostra la sua capacità di apprendere ogni lingua, dal Making Of del Film

(Tara Cardinal dimostra la sua capacità di apprendere ogni lingua, dal Making Of del Film – Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2012)

 

Non vi voglio volutamente raccontare tutta la trama perché magari ci saranno persone interessate di vederlo interamente e non voglio spoilerare niente, ma vi esprimerò un giudizio globale.

La Trama? Buona, regge abbastanza bene, non ci sono buchi nella storia clamorosi come a volta ci si può trovare, specie negli horror; Ogni azione ha una sua giustificazione, i flashback sono alquanto esplicativi (come quello che spiega l’incidente nel laboratorio e quello che ha portato il protagonista in galera), le sequenze sono montate bene e non ho visto inquadrature prive di senso, cosa che magari accade spesso nelle sequenze di combattimento o nelle scene di massa (qui mi sono piaciute).

I Personaggi? Buona caratterizzazione, specie di alcuni personaggi come quelli dei due colleghi/amici mercenari (Vivian e Mitchell) e del Generale antagonista (Wharton), piaciute anche alcuni comprimari come il turista interpretato da John Campling, altro attore che mi é piaciuto parecchio.

Gli effetti speciali? una gradita sorpresa: sarà che al Make Up c’era un certo Diamantini (che collabora, per dire, con un certo Dario Argento), uno che al fare le cose fisiche anziché al computer ancora ci crede tanto e ottiene dei grandi risultati,ma soprattutto ci mette veramente una sana passione, con risultati che si vedono

 

Il Mostro principale del Film, in modalità "lievemente incazzato sai com'é"

(Il Mostro principale del Film, in modalità “lievemente incazzato sai com’é” – Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2012)

Qualche pecca? probabilmente (per mio personale giudizio) alcuni dialoghi sono troppo lunghi, più dialoghi brevi avrebbero dato un ritmo al film più incalzante; ci sono un paio di momenti “maccheccazz??” che però sono compensati da diversi momenti “esticazzievvaiii” che fanno esaltare ogni fan di massacra/spara/falcia a gogò presente in sala (me compreso)-

Giudizio Finale? Un Buon film che ti fa uscire abbastanza soddisfatto e che ti fa passare quell’oretta e mezza senza pretesti di trame esistenziali o blockbuster asettici da mille effettoni speciali al pC che rasentano la perfezione, ma un bel classico Horror action alla “sangueemmerda”

In sintesi, se una sera vi capita di avere sottomano il DVD di Zombie Massacre e cercate una serata di scazzo fra amici, questo puole essere un buon film per farsi una serata fra birre, rutto libero e zombie. Intanto beccatevi il Trailer e per qualsiasi cosa potete consultare il Sito Ufficiale del Fim

Alla prossima recensione (se ci sarà…)

Annunci

2 Comments

  1. Dì la verità…. eri drogato quando hai visto il film? Hai fatto uso di sostanze psicotrope prima di entrare in sala??? Questo non è un “buon film”… anzi, non è neanche un “film”! E’ una della più grosse merdate che mente umana abbia mai potuto partorire! Dialoghi ridicoli, personaggi oltre ogni limite del ridicolo, trama da ritardati mentali, musiche da vomito. In confronto, “In the market” (uno dei peggiori horror che abbia mai visto) è un capolavoro! Il mio giudizio finale sul film? IMMONDO ABORTO MANCATO.

    • Ti dico: tutto sommato “Zombie Massacre” mi ha divertito, con i suoi difetti e i suoi (pochi) pregi, “In The Market” è NA COSA INGUARDABILE SOTTO OGNI ASPETTO …. poi che Bolt ha coprodotto e sostenuto molte cose discutibili, posso essere d’accordo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...