Vassily Kandinsky – Dalla Russia all’Europa – La Mostra

Era da un pò che carezzavo l’idea di raccontarvi una mostra, ma aspettavo il momento giusto e la mostra adatta per cominciare.

Questa mostra in corso a Palazzo Blu a Pisa (fino al 3 Febbraio) dedicata a Kandisky e alla sua produzione si é rivelata molto interessante e ben curata e quindi direi che l’occasione giusta per incominciare.

Composizione su Bianco, 1920 - © Wassily Kandinsky

Composizione su Bianco, 1920 – © Wassily Kandinsky

 

 

Se nel corso della sua carriera artistica Kandinsky ha mutato continuamente il suo segno seguendo e facendo parte di numerose correnti artistiche (dall’arte astratta di Murnau a quello del Blaue Reiter), l’artista russo ha sempre mantenuto un forte legame con le sue origini e le tradizioni popolare russe, specie quelle legate alla simbologia contadina e religiosa popolare (in gioventù fu anche antropologo e personalmente studiò molto le tradizioni popolari e i culti sciamanici russi che erano sopravissuti fino ai primi anni del 19° secolo praticamente intatti), inserendo questa simbologia nei suoi quadri, dove in particolar modo ricorre sovente la figura del cavaliere a cavallo, ricollegato alle sua infanzia fra i cavalli e la figura di San Giorgio, santo cavaliere che uccide il Drago patrono della tradizione russa e più volte simbolo iconografico di forte marcatura nell’arte religiosa e non solo.

Macchia Nera 1, 1912 - © Vassily Kandinsky

Macchia Nera 1, 1912 – © Vassily Kandinsky

In conclusione la mostra ci dà un ampia visuale dell’operato di Kandinsky e sulle sue numerose influenze, anche attraverso le opere di suoi colleghi contemporanei e compagni di avventura nelle varie correnti in cui si é cimentato.

La fondazione di Palazzo Blu si rivela un vero motore di mostre di ampio respiro nazionale: in questi quattro anni ha offerto mostre di altissimo livello dedicate a Chagall, Mirò e Picasso (e che ho visto tutte) che calamitano a Pisa decine di migliaia di visitatori che scoprono così una Pisa non solo Torre & Piazza di Miracoli ma con altre realtà museali di livello.

Se avete quindi possibilità recatevi a visitare questa mostra e cogliete l’occasione anche per visitare meglio Pisa e le sue bellezze, da Piazza dei Miracoli a Piazza dei Cavalieri, alle bellissime chiese di Santa Caterina a quella di San Michele, dalla Cittadella a luoghi nelle vicinanze come la bella Certosa di Calci o la basilica di S.Piero a Grado.

Spero di avervi stimolato a vedere questa bella mostra e Pisa, per saperne di più su Kandinsky vi consiglio di leggervi la Pagina Ufficiale di Wikipedia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...