La prima Rece non si scorda Mai – Expendables 3

Nuovo appuntamento con la Rece cinematografica, stavolta dedicato a un Action Movie molto atteso nelle sale italiane: Expendables 3/ I Mercenari 3.

Il Manifesto del Film - © Millenium Film/Universal Picture 2014)

Il Manifesto del Film – © Millenium Film/Universal Picture 2014)

 

 

LA TRAMA – Tornano in azione i Mercenari di Barney Ross (Sylvester Stallone – Le saghe di Rocky e Rambo su tutto) che insieme a Christmas (Jason Statham – la saga di Crank, Expendables e Transporter) e soci, sono impegnati a liberare un vecchio membro della squadra imprigionato nel Denzall, Doc (Wesley Snipes  – Major League, The Fan – Il Mito, Demolition Man e la saga di Blade) per portare a termine una missione in Somalia.

Arrivati a Mogadiscio però, Barney ha una brutta sorpresa: il tizio obbiettivo della missione è una sua vecchia conoscenza, Stonebanks (Mel Gibson – La saga Arma Letale, Mad Max e film come Braveheart e What Women Want- quello che le donne vogliono); la missione fallisce e Barney decide che è tempo di regolare i conti con Stonebanks e per farlo ha bisogno di nuovi membri…… terzo capitolo della saga action che ha riportato sulla cresta dell’onda il genere action e i suoi attori-simbolo stavolta diretto da Patrick Hughes (alla sua seconda opera cinematografica dopo Red Hill, che colpì positivamente Stallone).

(Stallone/Barney - Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

(Stallone/Barney – Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

LA REGIA – Hughes segue benissimo le direttive di Stallone (che ha scritto il soggetto con Dave Callahan, già presente nei due precedenti capitoli della saga e nel recente Godzilla)e confezione un’action movie d’impronta classica (la missione di inizio film, il fatto che rompe l’equilibrio, la missione decisiva, l’esecuzione finale) ma con elementi dei moderni action movie degli anni 2000 (riprese sul campo di battaglia, sequenze di combattimento corpo a corpo curate), facendone a mio avviso uno dei migliori film del genere dell’anno; alcune azioni, per quanto palesemente esagerate, sono state rese molto realistiche nella loro realizzazione, dandogli un senso di reale e non di artificioso (un paio di sequenze vi faranno gridare grossi WHATAFUCK, ma ci stanno tutte credetemi); la fotografia del film è stata usata bene in quasi tutte le situazioni, solo in un paio di casi appare evidente la forzatura della stessa per questioni di ripresa.

(Statham/Christmas & Snipes/Doc - Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

(Statham/Christmas & Snipes/Doc – Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

 

 

IL CAST – se per definizione l’Action Movie si muove spesso su trame semplicistiche, il punto di forza di questi film oltre a un buon regista è il cast.

I Mercenari 3 hanno dimostrato ancora una volta che i vecchietti dell’Action anni 80 (Stallone, Schwaznegger, Ludgren Ford, Snipes) danno ancora paga con diverse spanne di lunghezza a tanti attori di genere di questo decennio.

Al primo capitolo dei Mercenari molti salutarono questa operazione nostalgia come fallimentare e autocelebrativa di attori ormai prossimi alla pensione che volevano sparare le ultime cartucce…. dopo la proiezione del film io uscii dalla sala così:

 

 

Stallone aveva creato il FILM D’AZIONE DEFINITIVO: aveva ridato ossigeno puro a un genere ormai surclassato dagli effetti speciali e da attori poco adatti a diventarne icona: le Icone di quel genere (Stallone,Schwarzenegger,Lundgren, Chuck Norris nel secondo capitolo) si fanno affiancare da quella che fu di fatto la seconda generazione che ne aveva raccolto l’eredità (Willis, LI, Van Damme nel secondo capitolo, Snipes e Gibson nel terzo) e prendono quelli della terza (Statham, Crews) e li accompagnano a braccetto nel genere, facendo vedere “come si fa” un film coi controcazzi e senza le figaggini moderne.

(Gibson/Stonebanks Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

(Gibson/Stonebanks Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

Stallone a quasi 70 anni suonati tiene ancora straordinariamente botta, riesce ancora a dare il massimo in sequenze corpo a corpo e d’azione di alto livello (rivedetevi il confronto con un certo Stone Cold Steve Austin nel primo film o quella con Vand Damme nel secondo) e dimostra, dopo anni ad essere diretto in pellicole di genere, di averne appreso i segreti e sapere cosa piace al pubblico; si diverte anche a ironizzare nel citazionismo (godetevi lo scambio di battute con catchprase fra lui, Slie e Willys o fra lui e Chuck Norris nel secondo episodio) e sulla loro età che dovrebbe renderli “troppo vecchi” per questo genere di cose.

I veterani in questo terzo capitolo hanno come sempre fatto la parte del Leone, ma hanno saputo dare spazio anche alle “nuove” entrate: uscito Willis con l’uscita del suo personaggio, al suo posto è subentrato nel ruolo di Max Drummer come governativo Harrison Ford (La Saga Indiana Jones e Star Wars su tutta la sterminata filmografia), che nelle poche apparizioni del film da un’interpretazione magistrale, con rimandi e citazioni a sue diverse pellicole (ci ho trovato parecchio del suo personaggio di Jack Ryan nelle trasposizioni in film dei romanzi di Tom Clancy); Schwarznegger (Le saghe Terminator, Conan il Barbaro e film come Commando o Danko) è di nuovo nei panni del collega/rivale Trench, deciso a dare una mano all’amico Barney contro Stonebanks; Gibson porta forse sullo schermo uno dei suoi migliori ruoli da Villain della carriera (pochi, a dire il vero, tra cui il Magnate Voz in Machete Kills), nei panni del trafficante di armi e con un conto in sospeso con Ross; Statham ormai é perfettamente calato nel ruolo di Vice di Barney e sembra evidente come Stallone intenda passare simbolicamente il “testimone” del genere a lui.

(Ford/Drammer Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

(Ford/Drummer Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

Fra i nuovi entrati Wesley Snipes e Antonio Banderas (Film come Legami!, Donne sull’Orlo di una Crisi di Nervi e la saga del Mariachi) tirano fuori due personaggi veramente particolari e che lasciano il segno, ma che all’inizio si tende a bollare come “strani”: Snipes con Doc, vecchio membro del Team imprigionato in un carcere sconosciuto, con mille rimandi ai “bei tempi” e al fatto che sono sempre di meno i vecchi membri della sua squadra, sfodera poi in azione una grinta e uno spirito di gruppo straordinari (ed entra subito in “competizione” con Christmas); Galgo, il mercenario ultraloquace che falsa la sua età per continuare a lavorare viene troppo da etichettarlo come “macchietta”, ma nel corso del film vi assicuro che vi sorprenderà e vi tirerà fuori delle sequenze che davvero non vi aspettate. Nel Cast sono entrati anche due Fighter d’eccezione : l’attuale Campionessa UFC Ronda Rousey e l’Ex campione Mondiale WBC Victor Ortiz.

(Rousey/Luna Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

(Rousey/Luna Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

La Rousey  è attualmente la migliore combattente mondiale della disciplina MMA, con uno score di 10 Vittorie su 10 incontri e un palmares nella sua precedente carriera nel Judo di tre ori, due argenti e un Bronzo fra Olimpiadi, Mondiali e Campionati Panamericani; nel ruolo della BodyGuard Luna dal punto di vista recitativo fa il compitino, ma sul piano delle sequenze lottate la Rousey è l’assoluta protagonista del film (per farvi intendere, la parte MMA in genere nei precedenti capitoli era affidata all’Ex Campione UFC Randy Couture, che qui si limita a sequenze in Team, mentre le sequenze di lotta sono state affidate in toto alla Rousey), tanto per darvi un’idea di cosa puole fare questa signorina:

Ortiz nel film interpreta un militare esperto in armi di nome Mars: al contrario della Rousey si nota poco il backgroudn pugilistico del boxeur e la recitazione è nella media.

Menzione speciale per due attori che qui recitano ruoli secondari: Kelsey Grammer (la seconda saga degli X-Men, il remake di Fame! e 15 Minuti – Follia Omicida a New York) nel ruolo di Bonaparte, mercenario in pensione e amico di Barney e Robert Davi (I Goonies, Maniac Cop e Showgirls) nel ruolo del trafficante Davi.

(Banderas/Galgo -  Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

(Banderas/Galgo – Foto © Millenium Film/Universal Picture 2014)

 

 

IL DOPPIAGGIO – Azzeccate tutte le voci dei protagonisti di questa pellicola: Ormai ci siamo abituati a Massimo Corvo come voce di Stallone e che ben incarna questa nuova fase della vita cinematografica dei personaggi di Slie sullo schermo; bene Francesco Prando (Guy Piearce, Daniel Craig) come voce per Christmas/Statham; ottima la scelta di Pino Insegno per Snipes/Doc, adatto per dare voce al particolare personaggio del vecchio membro dei Mercenari; Un pò forzata ma adatta al personaggio la voce di Antonio Sanna (non solo Banderas ma anche Ken neth Branagh e John Turturro) per il ruolo dell’eccentrico Galgo; Scelta azzeccata anche Nino Prester (Gary Oldman, James Gandolfini, Jean reno) per la voce di Gibson/Stonebanks.

In Conclusione?

Questi sono i film d’azione che vorrei vedere più spesso: sostanza, buon cast, girati bene, dove non ci sono primedonne che devono necessariamente fare tutto loro e dove tutti hanno il loro spazio di ripresa. Questo ve lo rivedrete volentieri (come gli altri due capitoli) ogni volta che vi pare anche in DVD o in TV, fra un anno come fra 10, perchè SPACCA.  E di brutto anche. Se lo trovate ancora nei cinema correte a vederlo, altrimenti aspettate il DVD e BUONA Visione !!!!

 

 

E rassegnatevi: non avrete mai nessuna foto di Classe o Riunioni di Classe mai così fighe:

 

(Non avrete mai una foto di Classe così figa, fatevene una ragione...)

(Non avrete mai una foto di Classe così figa, fatevene una ragione…)

 

 

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...