La Prima Rece non si scorda Mai – I Guardiani della Galassia

Nuovo appuntamento con la rece cinematografica, finalmente online dopo i miei impegni lucchesi, stavolta vi parlo del nuovo blockbuster Marvel uscito alla fine di Ottobre: I Guardiani della Galassia.

(Il Manifesto del Film - Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

(Il Manifesto del Film – Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

 

LA TRAMA – Il Giovane Peter Quill, poco dopo la morte della Madre, viene rapito da un’astronave aliena e portato ai confini dell’Universo ….. 26 anni dopo troviamo Quill (Chris Pratt – Wanted, Zero Dark Thirty e Delivery Man), ormai diventato un ladro intergalattico conosciuto come Star Lord, sottrae un oggetto molto prezioso, l’Orb, intenzionato a rivenderlo a un noto collezionista; ma scopre che fa gola non solo a lui, ma a un not guerriero Kree noto come Ronan l’Accusatore (Lee Pace – The Good  Shepherd, la Trilogia di Lo Hobbit e A Single Man) e al suo vecchio mentore e “padre adottivo” Yondu (Michael Rooker – classici Horror come Henry Pioggia di Sangue e La Metà Oscura e action come Cliffhanger, Tombstone e Giorni di Tuono) e i suoi Ravages.

(Star Lord/Pratt  - Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

(Star Lord/Pratt – Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

Sulle tracce di Quill si mettono oltre a Ronan e Yondu anche Gamora (Zoe Saldana – Pirati: La Maledizione della Prima Luna, Avatar e la nuova saga di Star Trek), figlia adottiva del potente Thanos (Josh Brolin – una sterminata filmografia, dai Goonies a film come Gli infiltrati a Non é un Paese per Vecchi) e alleata di Rohan al duo di cacciatori di taglie formata da Rocket Racoon (Bradley Cooper – La trilogia di Una Notte da Leoni, Yes Man e American Hustle) e dal gigantesco Groot (Vin Diesel – le saghe di Fast & Furios e Riddick) … nel frattempo Quill inizia a scoprire che l?Orb é molto più che una semplice sfera ….. primo blockbuster del regista James Gunn (uno de registi di punta della leggendaria Troma, con pellicole come Tromeo ad Juliet, Terror Firmer e con film più seri come Slither e Super) al quale la Marvel affida il compito di portare sul grande schermo uno dei gruppi più particolari e atipici dell’universo marvelliano.  

(Groot/VIn Diesel  - Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

(Groot/VIn Diesel – Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

 

IL CAST – Cast totalmente al debutto nel franchise Marvel che si è dimostrato all’altezza del compito affidato: Pratt recita bene il ruolo di Quill/Star Lord, ladro approfittatore ma che nel corso del film dimostrerà avere dei propri principi personali, personaggio dall’indole anche sbruffone ma che si rivela personaggio carismatico; positiva la prova di Saldana nel ruolo di Gamora, personaggio non semplice per il suo essere “due piedi in due staffe” come figlia adottiva di Thanos e poi alleata di Quill; sorprendenti le perfomance di Cooper e Diesel, che non sono praticamente mai presenti fisicamente nel film ma che con loro abilità recitative hanno dato spessore a due personaggi assurdi come Rocket e Groot, sopratutto Diesel mi ha stupito positivamente.

Buona anche la prestazione dell’ex Wrestler WWE Batista nel ruolo di Drax il Distruttore, altro personaggio sopra le righe che si unirà ai guardiani: divertente l’idea di farlo recitare con un linguaggio molto “cavalleresco” e particolare, in contrasto con la naturale possenza e l’aspetto rude del suo personaggio.

(Thanos/Brolin - Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

(Thanos/Brolin – Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

Fra i cattivi poco incisiva la perfomance di Pace, nel ruolo di Ronan, che da Villain principale dovrebbe essere di maggior spicco e impatto e invece viene messo quasi in secondo piano rispetto a tutto al cast e addirittura surclassato dall’apparizione di Thanos/Brolin, in una breve apparizione ma di TOTALE PRESENZA SCENICA nel film (quel “Bimbo!” pronunciato a Ronan nel film é da pelle d’oca); molto marginale anche la perfomance di Karen Gillian (Amy Pond nella serie Doctor Who) nel ruolo della “sorellastra” di Gamora Nebula, confinato quasi a Villain riempitivo in questo film.

Fra i personaggi secondari da segnalare l’eccentrico Collezionista interpretato da Benicio del Toro e Rooker nel ruolo di Yondu, personaggio che si rivelerà molto interessante nell’evoluzione della pellicola; citazione anche per la grandissima attrice Glenn Glose nel ruolo della presidentessa della Nova Corps Rael e di John C. Reilly (Giorni di Tuono, Boogie Nights, Gangs Of New Yorrk, solo per citarne qualcuno) nel ruolo del capo dei Nova Corps.

(I Guardiani al completo - Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

(I Guardiani al completo – Foto © Marvel Studios/Disney Pictures 2014)

LA REGIA – Gunn era alla prima prova di Block buster e ha centrato il segno: se vedrete nel film troverete le tracce delle sue esperienze come regista della Troma (la storica casa di B-movie horror trash) e che già nell’Horror “serio” Slither e nel comico-drammatico Super aveva dimostrato ottime prove di regia e di saper fare film anche senza eccessive dosi di Gore (come in Super): Gunn riesce a far emergere il lato più burlone e comico dei Guardiani, grazie anche alle uscite di Quill e ai folli dialoghi di Rocket Racoon; funzionano benissimo le gag prodotte dal duo Racoon/Groot e non rendono trash la pellicola; girate molto bene le sequenze d’azione e di combattimento.

Nonostante il film sia stato girato e realizzato quasi tutto su Green Screen e la presenza di diversi attori non in carne e ossa , Gunn riesce a dare fluidità e “realtà” ai fantastici paesaggi alieni e alle strutture fantascientifiche dove i protagonisti si muovono; bella la fotografia di Ben Davis, quasi sempre azzeccata con la situazione.

 

(I Guardiani nella versione del 2000 - © Marvel)

(I Guardiani nella versione del 2000 – © Marvel)

LE DIFFERENZE CON IL FUMETTO – Giusta e sensata la scelta di prendere la terza versione dei Guardiani, ritornati in auge nei primi anni 2000: prendere la prima storica squadra avrebbe forse non permesso un ampia conoscenza di questo fumetto e il suo coinvolgimento nella Continuity Marvel legata ai film, anche se nel film viene citata sia attraverso il personaggio di Yondu (uno degli storici membri della prima squadra) che attraverso alcune citazioni nel film; alcuni cambiamenti sono stati fatti nelle dinamiche fra personaggi, specie fra i villain, come ad esempio fra Ronan e Thanos o anche fra le vicende che portano Gamora ad essere “adottata” da Thanos; differente anche lo status dei Nova Corps, qui ridotti a “Polizia” e nel fumetto invece un vero corpo di supereroi galattici.

Ma queste differenze sono ininfluenti alla storia che si é voluto raccontare e adattare per il grande schermo e sono funzionale alla “trama” più ampia che lega questo secondo ciclo di film Marvel e funzionali alle prossime avventure dei Guardiani.

(La prima versione dei Guardiani  - Foto © Marvel)

(La prima versione dei Guardiani – Foto © Marvel)

In conclusione?

Un buon e divertente film, sicuramente vi farà divertire ed esaltare in diverse scene, ma siamo lontani dal “capolavoro” o “Miglior Film Marvel di sempre” pompato nelle pubblicità e dai media: personalmente il primo Avengers rimane il miglior film Marvel assoluto finora, che potrebbe veder insidiato questo titolo solo dal prossimo Avengers: l’Era di Ultron, prossimo capitolo dei Vendicatori.

Ancora presente nelle sale, cogliete l’occasione di vederlo, vi divertirete senz’altro, per cui BUONA VISIONE !!!

P.S: L’Uovo di Pasqua vi darà molta #nostalgiacanaglia …..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.