La Prima Rece non si scorda Mai – Il Giovane Favoloso

Nuovo editoriale dedicato al cinema, stavolta vi parlo di uno splendido film italiano uscito di recente nelle sale italiane dedicato a uno dei più noti poeti e letterati italiani, Giacomo Leopardi, raccontato ne Il Giovane Favoloso.

(il Manifesto del Film - Foto © Palomar/Rai Cinema - 01 Distribution 2014)

(il Manifesto del Film – Foto © Palomar/Rai Cinema – 01 Distribution 2014)

 

 

LA TRAMA – Il film ripercorre la vita del poeta e letterato marchigiano Giacomo Leopardi (Elio Germano – Respiro, Quo Vadis Baby?, Romanzo Criminale e N-Io & Napoleone, solo per citarne alcuni), brillante mente che si sente imprigionato nella mentalità conservatrice dei suoi genitori, in particolar modo del Padre Monaldo (Massimo Popolizio – Romanzo Criminale, Il Divo, Boris il Film) e che trova stimolo per partire e cercare fonte di ispirazione per le sue opere grazie all’amicizia con lo scrittore Pietro Giordani (Valerio Binasco – Lavorare con Lentezza, La Bestia nel Cuore e Noi Credevamo) prima e con lo scrittore Antonio Ranieri (Michele Riondino – Fortàpasc, Noi Credevamo, Acciaio e Bella Addormentata) poi lo porteranno in giro per l’Italia Post-Restaurazione e dei primi moti carbonari …. Splendido e intenso (e sorprendentemente umano) ritratto di una delle più studiate e discusse figure letterarie italiane dell’800 in questo film di Mario Martone (Morte di un Matematico Napoletano, l’Amore Molesto e Noi Credevamo).

(Germano/Leopardi - Foto © Palomar/Rai Cinema - 01 Distribution 2014)

(Germano/Leopardi – Foto © Palomar/Rai Cinema – 01 Distribution 2014)

LA REGIA – Nonostante l’impronta di film biografico/storico, Martone non confeziona un film ingessato o pomposo dedicato a Leopardi, ma ne mostra le sue più umane sfaccettature, le sue debolezze, i suoi dubbi angoscianti, sfruttando anche magistralmente la copiosa corrispondenza con Giordani e i suoi amici letterati e sostenitori per tratteggiare un ritratto per molti versi inedito al grande del “giovane favoloso” che da il titolo al film: Un ragazzo che si sente pieno di cose da dire ma che non riesce per l’essere all’inizio bloccato in quel “piccolo mondo antico” che è la sua Recanati, chiusa nei rigidi schemi famigliari e della cultura ecclesiastica e poi che vive il rammarico di non poter vivere a pieno i suoi sentimenti, come nel periodo in cui nutrirà profondo affetto per la nobildonna Fanny Targioni Tozzetti (Anna Mouglalis – La Captive, Mare Nero, Romanzo Criminale).

(La Famiglia Leopardi - Foto © Palomar/Rai Cinema - 01 Distribution 2014)

(La Famiglia Leopardi – Foto © Palomar/Rai Cinema – 01 Distribution 2014)

Notevole il ritratto dell’Italia di quell’epoca, reduce dalla Restaurazione dei vari regni e nel periodo dei primi moti carbonari e della nascita di quel sentimento unitario e rivoluzionario che porterà, anni dopo la morte di Leopardi, al Risorgimento italiano…. in tutto questo Martone non rende mai il film pesante ne dal punto di vista storico ne da quello visivo: niente scene solenni, ma ritratti veritieri dei salotti letterari, delle borgate povere delle grandi città italiane (firenze, roma, napoli), fanno del film di Martone davvero un piccolo gioiello.

(Leopardi con Giordani/Binasco - Foto © Palomar/Rai Cinema - 01 Distribution 2014)

(Leopardi con Giordani/Binasco – Foto © Palomar/Rai Cinema – 01 Distribution 2014)

IL CAST – Germano è probabilmente autore di una delle sue migliori interpretazioni, riesce a rendere l’interpretazione dell’animo di Leopardi, le sue tribolazioni interne; notevoli anche le interpretazioni di Riondino nel Ruolo di Ranieri, l’amico  e collega scrittore napoletano e di Binasco nel Ruolo di Giordani, ottimi comprimari a fianco di Germano. Da segnalare le prove recitative sia della Mouglalis nel ruolo della Tozzetti che di Isabella Ragonese (Nuovomondo, Tutta la Vita Davanti, La Nostra vita) nel ruolo della sorella di Leopardi, Paolina e di Federica De Cola (Nuovomondo, Serie Tv come Il Commissario Montalbano e Braccialetti Rossi) nel ruolo della sorella di Ranieri, tutte donne molto importanti nella vita del poeta.

Menzione speciale per Iaia Forte (Libera, I Buchi Neri, Hotel Paura, Paz! e una filmografia sterminata) nel ruolo della Signora Rosa, ruolo marginale ma che l’attrice riesce a caratterizzare bene.

(Germano/Leopardi con Mouglalis/Tozzetti - Foto © Palomar/Rai Cinema - 01 Distribution 2014)

(Germano/Leopardi con Mouglalis/Tozzetti – Foto © Palomar/Rai Cinema – 01 Distribution 2014)

IL CONTESTO STORICO E FEDELTA’ CON LEOPARDI – A parte alcune minuscole licenze poetiche (un Ranieri forse eccessivamente donnaiolo e un paio di episodi della vita di Leopardi leggermente romanzati), il contesto storico è reso perfettamente, con la rigorosa vita dei Conti Leopardi a Recanati, persone di enorme cultura (lo stesso Giordani nel film loda il padre di Giacomo per la ricca biblioteca con i cui libri ha cresciuto la passione per gli scrittori e filosofi classici dei figli) ma di rigidi principi ecclesiastici e papali, gli animati salotti letterari di Firenze con i loro aristocratici, diplomatici e rivoluzionari, le atmosfere di Napoli nelle sue viscere più popolari e schiette, la bellezza delle rovine di Pompei e Ercolano, fresche delle scoperte di fine 700.

Dal punto di vista della scenografia (Muselli) , dei costumi (Patzak) e della Fotografia (Renato Berta – vincitore del Cèsar con Arrivederci Ragazzi e del David con Noi credevamo) hanno svolto un lavoro eccellente.

(Leopardi e Ranieri a Napoli - Foto © Palomar/Rai Cinema - 01 Distribution 2014)

(Leopardi e Ranieri a Napoli – Foto © Palomar/Rai Cinema – 01 Distribution 2014)

In conclusione? Guardatevi questo film, Martone ha realizzato forse uno dei film biografici più belli di sempre e uno dei migliori film italiani di quest’anno (secondo solo alla Grande Bellezza secondo me), ho avuto sommo piacere nel vedere le sale del Cineclub Agorà (ormai un punto di riferimento per belle pellicole per me) piena di fronte alla visione di questo film … cercatelo ancora nella sale o spingete il vostro cineclub a prenderlo, BUONA VISIONE !!!

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...