La prima Rece non si scorda Mai – Mad Max: Fury Road

Finalmente riesco a mettere online questa recensione su uno dei film più attesi dell’anno e destinato, secondo me, a diventare nuovo metro di riferimento per ogni prossimo film di genere girato: Mad Max – Fury Road, il film che rivisita la storica saga dedicata da Miller al poliziotto Mad Max.

(Il Manifesto del film - Foto © Warner Bros 2015)

(Il Manifesto del film – Foto © Warner Bros 2015)

LA TRAMA – In un mondo devastato da catastrofi ambientali e umane, seguiamo Max (Tom Hardy – Black Hawk Down, Rocknrolla, Inception e The Dark Night Return), un ex poliziotto dal passato doloroso e oscuro, inseguito e catturato dai Figli della Guerra, esaltato braccio armato del folle e spietato Immortal Joe (Hugh Keays Byrne – Interceptor, primo film della saga Mad Max, Giochi di Morte e Dove giocano le Formiche Verdi), che ha creato una delle pochissime oasi di vita ricca di acqua e cibo, ma al prezzo di schiavizzare i superstiti e comandare con la forza e il terrore. Dalla Cittadella intanto parte una spedizione per andare a recuperare benzina a Gas Town, comandata dall’imperatrice Furiosa (Charlize Theron – L’Avvocato del Diavolo, The Astronaut Wife, Aeon Flux e Prometheus), che però ha un altro piano: fuggire e portare con se le Madri di Guerra per darle un futuro lontano da Immortal Joe e i suoi deliri.

(Max/Hardy - Foto © Warner Bros 2015)

(Max/Hardy – Foto © Warner Bros 2015)

 

Parte quindi la caccia con Joe, suo figlio Rictus (l’Ex Wrestler WWE Nathan Jones – Troy, The Protector e Fearless) e i figli della Guerra, fra cui il moribondo Nux (Nicholas Hoult – A Single Man, la seconda saga di X Men e About a Boy), che si carica sulla sua macchina pure Max, usato come “Sacca di Sangue” per i figli della Guerra …. Capolavoro dell’action questa rivisitazione della sua Saga per George Miller (la saga Mad Max originale, Ai Confini della Realtà, Le Streghe di Eastwick e la saga d’animazione Happy Feet), che a 70 anni si permette di dare PAGA alla nuova generazione di registi d’action movie con un film straordinario.

(Immortal Joe/Byrne - Foto © Warner Bros 2015)

(Immortal Joe/Byrne – Foto © Warner Bros 2015)

 

Ecco sinceramente potrei fermarmi QUI.

Perchè non trovo abbastanza e sufficienti parole per descrivere la POTENZA di questo film ….. 2 ore di inseguimento quasi senza sosta, dialoghi minimi ma mai banali, sequenze d’azione destinate a fare scuola nei prossimi anni a venire, una valanga di citazioni che l’appassionato di cinema vedrà e AMERA’ .

 

(Le Madri di Guerra - Foto © Warner Bros 2015)

(Le Madri di Guerra – Foto © Warner Bros 2015)

 

Potrei davvero smettere di scrivere e limitarvi a linkare le recensioni del Doc Manhattan o di Recchioni , loro due già hanno detto praticamente TUTTO.

Anzi per Recchioni basterebbe prendere e copincollare e spammare fino alla fine dei Tempi questa immagine, basta da se a farvi capire quanto C***O SIA FANTASTICO QUESTO FILM:  

 

(Grazie al V8 creò Mad Max e Recchioni - Foto © Dalla parte di Asso/Roberto Recchioni 2015)

(Grazie al V8 creò Mad Max e Recchioni – Foto © Dalla parte di Asso/Roberto Recchioni 2015)

 

Ma merita che anche io incensi questo capolavoro, merita davvero, quindi continuo la Rece.

IL CAST – Assolutamente di livello: Ovviamente fa la parte della Leonessa Theron nel ruolo di Furiosa, donna che nella vita ha avuto troppe sconfitta ma non per questo doma di cercare la vittoria personale, la Libertà; personaggio carismatico, potente, con pochissimi dialoghi ma che si conquista a mani basse la scena; Hardy/Max sembra a volte essere in secondo piano rispetto alla Theron o alla potenza visiva delle immagini, ma riesce a rendere la frustazione di Max per gli errori del passato e la sua voglia semplicemente di sopravvivere, salvo poi trovare riscatto proprio nella fuga di Furiosa e delle Madri di Guerra.

(Furiosa/Theron - Foto © Warner Bros 2015)

(Furiosa/Theron – Foto © Warner Bros 2015)

 

Immortal/Byrne è sicuramente una delle figure visivamente più potenti fra i cattivi del film: oltre a fare da “filo d’unione” (era il Toecutter del primo Interceptor), Byrne da vita un folle e sadico personaggio come quello di Joe, dittatore dal corpo minato da malattie e le conseguenze dei cataclismi, ma che fa di tutto per apparire in forma divina e indistruttibile, creatore del culto del V8 (il motore simbolo della saga Mad Max); Menzione speciale per Megan Gale, qui in un ruolo molto particolare, che mi è piaciuta molto: una parte che riscatta una carriera non certo brillante per la splendida attrice australiana (da noi rimasta nella memoria come Testimonial di una nota compagnia telefonica e per la presenza nell’orrendo Vacanze di Natale 2000 dei Vanzina e di Body Guards di Neri Parenti) e per Hoult, qui in un ruolo del malato e folle Nux, in cerca di una morte “gloriosa” per celebrare il culto del V8, una recitazione non semplice e che stravolge del tutto l’immagine finora avuta del giovane attore.

(Scene di massa immensamente fighe - Foto © Warner Bros 2015)

(Scene di massa immensamente fighe – Foto © Warner Bros 2015)

LA FOTOGRAFIA, GLI EFFETTI SPECIALI – STRAORDINARIA. John Seale (Figli di un Dio Minore, Gorilla nella Nebbia, Rain Man e Il Paziente Inglese, solo per citarne alcuni di una lunghissima carriera), unita ai costumi di Jenny Beavan (I Bostoniani, Camera con Vista, Ragione & Sentimento, la Saga di Sherlock Holmes) e le scenografie di Colin Gibson creano 120 minuti di assoluta potenza visiva. dai costumi postapocalittici alle straordinarie macchine/veicoli da guerra (dalla Blindocisterna di Furiosa alla straordinaria macchina/palco del folle chitarrista guerriero, una delle icone assolute di questo film, ogni inquadratura è stato un GASAMENTO totale), fanno di questo film di Miller probabilmente l’asticella massima dello standard di qualsiasi prossimo action movie o film sul genere distopia/fantascienza dei prossimi anni a venire.

(Creare personaggi secondari immensamente fighi da sembrare protagonisti: lo stai facendo bene - Foto © Warner Bros 2015)

(Creare personaggi secondari immensamente fighi da sembrare protagonisti: lo stai facendo bene – Foto © Warner Bros 2015)

LE DIFFERENZE CON LA SAGA – Come detto dallo stesso Miller, questo è una rivisitazione dell’universo Mad Max, nel corso del film i rimandi ai primi tre film li troverete TUTTI: potete scatenarvi in una vera e propria caccia alla citazione, ci troverete i mille rimandi alla saga storica (ATTENZIONE SPOILER POSSIBILE:

Già dalla prima scena Miller ci piazza lì un V8 Interceptor a tradimento, così per gradire).

Perchè ha questo immenso potere attrattivo Mad Max?

(L'originale Mad Max interpretato da Gibson - Foto © MGM Studios 1979)

(L’originale Mad Max interpretato da Gibson – Foto © MGM Studios 1979)

Perchè l’inizio della saga con Interceptor nel 1979 e i successivi film hanno creato un’universo immaginifico e un genere (il postapocalittico) che ha ispirato decine di registi, sceneggiatori, fumettisti, videoclip …. senza Mad Max non ci sarebbe stato Hokuto No Ken, le creste e i mascheroni dei Balordi di Zeta e di Shin, i mega inseguimenti nei deserti con moto e macchine da guerra assurde, non ci sarebbero stati tanti B-Movie che hanno omaggiato la fotografia di Mad Max, videoclip (persino Wild Boys dei Duran Duran ha evidenti omaggi alla trilogia di Miller) …. Miller ha forgiato nelle corse del deserto e nel culto del V8 un’intera generazione.

(Hokuto No Ken, serie che deve all'immaginario di Mad Max forte tributo visivo - Foto © Buronson/Hara 1983 & Toei Animation 1986)

(Hokuto No Ken, serie che deve all’immaginario di Mad Max forte tributo visivo – Foto © Buronson/Hara 1983 & Toei Animation 1986)

In conclusione?

CORRETE A VEDERLO NEI CINEMA!

Non toglietevi il gusto di vedere questo capolavoro in una sala cinematografica o un’arena estiva. Poi continuate a insistere vedendolo infinite volte in DVD o Blu Ray, non ne avrete MAI abbastanza.

BUONA VISIONE !!!

Che splendida giornata, che splendida giornata, che SPLENDIDA GIORNATA !!!!  

 

(Che splendida Giornata - Foto © Warner Bros 2015)

(Che splendida Giornata – Foto © Warner Bros 2015)

 

Ah vi linko anche un pò di rece di amici e colleghi blogger:

Rece di Lucia

Rece di Dikotomico

Rece di Lapinsù

1 Comment

  1. Eeeeeeeedeeeen non vedo l ora… Davvero…. Rece mitica scalzo…. E poi il wild boys e’ intuizione che non avevo ancora considerato…ma verissima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.