La Prima Rece non si scorda Mai – San Andreas

Rieccoci con la rece cinematografica, stavolta vi parlo di un film che onestamente, di mia iniziativa non sarei andato a vedere, che rientra nel redivivo (ce n’era necessità?) filone del catastrofico: San Andreas.

(Il Manifesto del Film - Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

(Il Manifesto del Film – Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

 

 

LA TRAMA – la vita del soccoritore professionista Ray Gaines (l’attore e Ex-Wrestler WWE Dwayne “The Rock” Johnson – Il Re Scorpione, Be Cool e la saga Fast & Furious) procede nella solita routine, con la novità della Ex-moglie Emma (Carla Cugino – Omicidio in Diretta, la saga Spy Kids e American Gangster) che ha ormai pronte le carte del divorzio e della figlia Blake (Alexandra Daddario – la saga di Percy Jackson, il Remake 3D di Non Aprite quella Porta e la serie Tv La Valle dei Pini) in partenza per Seattle in compagnia del nuovo compagno della madre Daniel Riddick (Ioan Gruffud – la prima saga dei Fantastici 4, Sanctum e le serie TV Hornbowler e Ringer).

(The Rock con gente già sparita dopo una scena - Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

(The Rock con gente già sparita dopo una scena – Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

 

Nel frattempo due sismologi del Caltech, Lawrence Hayes (Paul Giamatti – Private Parts, Man Of The Moon, Duets e il Remake di Planet Of The Apes) e Kim Park (Will Yun Lee – Il Remake di Atto di Forza, Wolverine l’Immortale e la serie Tv Wicthblade e Hawaii Five-O) si trovano a studiare uno strano e intenso sciame sismico presso la Diga di Hoover in Nevada che non lascia presagire nulla di buono…. prima vera prova di Blockbuster per il poco conosciuto Brad Peyton (Viaggio nell’Isola Misteriosa, Cani & Gatti 2 – La Vendetta di Kitty), per un filone rinato sulle fobie del 2012 e che sembra aver ripreso vigore nel recente futuro anche nelle grosse produzioni.

(Hayes/Giamatti - Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

(Hayes/Giamatti – Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

IL CAST – Il film praticamente si regge solo sulla presenza di The Rock, che per una volta non ci “fa le faccette” (cit.) o inarca il ciglio alla sua classica maniera, ma fa semplicemente se stesso nei panni di un soccoritore, con ampio sfoggio della sua potenza fisica e muscolare e una recitazione nella media; buona la Cugino nei panni della Ex-moglie, riesce a dare sufficiente dramma della tragedia che colpisce San Francisco e la sua famiglia, anche se è un mistero come dopo ogni tragedia avesse sempre la piega a posto (particolare notato da me e la mia donna più di una volta nel corso del film, per dire quanto fosse COINVOLGENTE la trama); dimenticabili le perfomance della Daddario (praticamente messa lì solo per il bel faccino – e il resto del corpo) e degli altri due comprimari del film accanto a lei, Hugo Johnstone-Burt (noto principalmente per la serie Tv Miss Fisher) e Art Parkinson (noto principalmente per la serie Tv Games Of Thrones) nel ruolo dei fratelli Taylor; praticamente utile solo a farsi odiare Gruffud, in un ruolo che lo detesti dal primo momento che appare nella pellicola. Unico altro personaggio (giustamente) in grado di rubare scena al personaggio di Johnson é Giamatti, che confeziona un personaggio altamente credibile e lontano dal classico clichè del professore fatalista “ve l’avevo detto” che poi passa il resto del film a piangere sulla catastrofe. Menzione “c’avanzava un posto nel cast” a Kylie Minogue (Cantante pluripremiata e attrice – Street Fighter, Moulin Rouge e la serie Tv australiana Neighbourod) in un ruolo – la sorella di Riddick – che manco ti accorgi che è lei quasi …

("Gli Occhi della Madre" di Blake/Daddario e Burt & Parkinson che cercano di farsi vedere - Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

(“Gli Occhi della Madre” di Blake/Daddario e Burt & Parkinson che cercano di farsi vedere – Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

LA REGIA – Peyton fa un film praticamente TELEGUIDATO dall’inizio alla fine su tutti i clichè e le situazioni tipiche di un disaster movie senza neanche provarci a proporre qualcosa di nuovo: presentazione dei personaggi, avvisaglie, sciagura, classica partenza a caccia dei sopravvissuti, situazioni su doppio binario che procedono in parallelo, finale in crescendo di disastro; gli inserimenti di spezzoni “spezza-panico” sono praticamente inutili che quasi potresti tagliargli (salvo solo lo spiegone del perchè Ray e Emma sono divorziati perché torna utile poi più avanti nel film per una sequenza in particolare), inserisce scene presentando personaggi che dici “vabbè avranno sicuramente un ruolo dopo” salvo poi non rivederli più senza un motivato PERCHE’ sullo spazio dato (non si può nemmeno parlare di scene con comparse, affida dei ruoli a dei personaggi quasi dovessero avere una chiave di lettura per scene successive delle loro azioni, salvo poi dimenticarsene, a quanto pare); il film alla fine regge su due cose: The Rock (senza praticamente il film se lo filava nessuno nel mondo) e gli effetti speciali (ottimi, ben curati); sembra praticamente di vedere un film dell’Asylum con gli effetti speciali fatti bene, visto lo “spessore” delle recitazioni del resto del cast e della sceneggiatura.

(Gaynes/Johnson e Emma/Cugino - Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

(Gaynes/Johnson e Emma/Cugino – Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

IL DOPPIAGGIO – Saverio Indrio (The Rock), Fiorentini (Cugino), Gemma Donati (Daddario) e Massimo Rossi (Giamatti) hanno fatto davvero un ottimo lavoro nel doppiaggio, dando giusta espressività agli attori doppiati (il doppiaggio della Donati ha alzato non di poco la pessima recitazione facciale della Daddario); tutto il resto del cast di doppiatori ha svolto un buon lavoro secondo me rendendo gradevole la visione del film.

(Un momento del disastro che colpisce la città - Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

(Un momento del disastro che colpisce la città – Foto © Warner Bros/New Line Cinema 2015)

In conclusione? Il classico film che potete EVITARVI di vedere al cinema, classico da Tv nella classica serata che non sapete CHE FARE DI MEGLIO dello stare a casa; se proprio invece volete vedervelo al cinema, è una valida alternativa a QUALSIASI film estivo di comicità italiana, almeno questo due risate ve le strappa, BUONA VISIONE !!!

 

 

Scusate: ve l’ho detto che c’è la Minogue o No?

 

(vi siete dimenticati di me Stronzi)

(vi siete dimenticati di me Stronzi)

Annunci

3 Comments

  1. Avevo intuito che sarebbe stata una ciofeca già dal trailer! Nulla, d’altronde, può battere Sharknado!
    Questa sera Jurassik World, invece. Delusione is coming! Bel blog, comunque! Ho cominciato a seguirti. Ciauuu!

    • Grazie, guarda Jurassic World l’ho visto ed è gradevole alla fine, chiaramente rispetto al primo, anni luce indietro per #genuinimomentiemozione che ha regalato in quel lontano 1993…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...