La Prima Rece non si scorda Mai – Ant Man

Nuovo appuntamento con la Rece cinematografica, dedicata al nuovo colossal dedicato all’Universo Marvel, con protagonista uno dei personaggi storici della “Casa delle Idee”: Ant Man.

(Il Manifesto del Film - Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

(Il Manifesto del Film – Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

 

 

LA TRAMA – Nel 1989 lo scienziato dello S.H.I.E.L.D Hank Pym (Michael Douglas – La serie Tv Le Strade di San Francisco e Film come Attrazione Fatale, La Guerra dei Roses, Basic Instinct e moltissimi altri) lascia l’organizzazione perché ha scoperto che stanno tentando di replicare le sue “Particelle Pim”, che gli permettono di ridurre la distanza tra le particelle subatomiche facendolo diventare Ant- Man, perché teme siano utilizzate per scopi poco puliti ….. Nel presente alle Pym Industries, la figlia di Pym, Hope (Evangeline Lilly – La serie TV Lost, The Hurt Locker e la saga de l’Hobbit) assieme all’ ex-allievo e nuovo padrone dell’azienda Darren Cross (Corey Stoll – Le serie TV House Of Card e The Strain, film come Slevin – Patto Criminale e The Bourne Legacy) chiamano Pym per presentargli il loro nuovo progetto: Il Calabrone, una tuta che copia in tutto le capacità delle particelle Pym di ridurre un essere umano; Nel frattempo, dal carcere esce l’ex Informatico e ladro Scott Lang (Le serie Tv Sisters e Friends e film come 200 Cigarettes, Le Regole della Casa del Sidro, Molto Incinta e altri) deciso a cambiare vita per il bene della figlia, ma la sua fedina penale e le riserve della ex moglie e del suo nuovo compagno a permettergli di vederla lo costringono ad accettare la proposta di un suo amico e collega ladro, Luis (Michael Peña – Fuori in 60 secondi, World Trade Center, Battle Of Los Angeles e Fury), che ha avuto una dritta su una cassaforte di un vecchio che vive solo nella periferia: i due, aiutati da altri loro amici, compiono il furto, ma Lang una volta aperta la cassaforte, trova solo una strana tuta …. un altro degli storici personaggi creati da Stan Lee e Jack Kirby sbarca sul grande schermo, il quello che il primo film del terzo ciclo che ci porterà al prossimo film sugli Avengers.

(Rudd/Lang - Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

(Rudd/Lang – Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

LA REGIA – Peyton Reed (il Remake del Maggiolino Tutto Matto, Ti Amo Ti Lascio Ti … e Yes Man) viene da un background della tipica commedia americana e nel film si nota questa predilizione per la commedia, utile anche per rendere meglio alcune carattestiche di Lang come Ant – Man (rispetto a Pym, il secondo Uomo Formica ha infatti un attitudine molto più umoristica, vicina a un Peter Parker/Uomo Ragno, per certi versi) e si trovava nella non facile impresa di prendere il posto di Edgar Wright  (L’Alba dei Morti Dementi, Hot Fuzz e Scott Pilgrim Vs The World).

(Lang incontra Pym/Douglas - Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

(Lang incontra Pym/Douglas – Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

Reed confeziona un film decisamente godibile e divertente, con gag che funzionano (divertente la fase in cui Lang scopre le prime funzioni del costume di Ant Man, o quella che introduce al solito cameo di Stan Lee) ma senza rendere il protagonista una macchietta o il film poco serio: le parti comiche sono bilanciate bene con le parti serie del film (il rapporto familiare fra Pym e la figlia, il comportamento di Cross, le vicende familiari di Lang).

Le scene d’azione sono girate molto bene e i dialoghi non sembrano messi lì per riempire momenti fra una scena d’azione e l’altra (anche se la parte preliminare che porta poi Lang a entrare in contatto con Pym ci mette un pò a carburare); notevole la fotografia di Russ Carpenter (Il tagliaerbe, True Lies, Titanic), che riesce a rendere bene il microverso e il mondo “rimpicciolito” di Ant Man senza renderlo stereotipo o di “già visto”.

 

(Hope/Lilly - Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

(Hope/Lilly – Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

 

IL CAST – Paul Rudd riesce a reggere bene la scena e non sparire accanto ad un veterano dello schermo come Douglas, perfetto nel ruolo di Pym; Rudd/Ant Man è convincente, con la faccia di uno che non ci crede di diventare supereroe, ma che è disposto ad esserlo per il bene della figlia; bene anche la prova della Lilly, convincente nel ruolo della figlia di Pym. Menzione speciale per Michael Peña e Bobby Cannavale (La serie TV Squadra Emergenza e film come Il Guru, Snake On a Plane e Comic Movie), nei ruoli comprimari dell’amico di Lang e del compagno della Ex Moglie di Lang; non mi ha convinto molto Stoll, con la faccia sicuramente adatta per il ruolo del deviato pupillo di Pym e creatore del Calabrone, ma che non mi ha convinto nella recitazione.

(Cross/Stoll - Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

(Cross/Stoll – Foto © Marvel Studio/Disney 2015)

IL DOPPIAGGIO – Perfette le voci di Rudd (Onorato – storica voce di Jude Law, Eric Bana e Cumberbatch) e Douglas (Bianchi – storica voce di Chuck Norris e Gèrard Depardieu), buona la voce della Lilly (Daniela Calò – Voce già della Lilly nella trilogia dell’Hobbit e della Austen in Lost) e anche quella di Peña (Crifasi – storica voce dei cartoni italiani, dal Koga di Inuyasha a quelle di numerosi personaggi della serie Adventure Time), il resto del cast ha fatto un buon lavoro nei doppiaggi.

LE DIFFERENZE CON IL FUMETTO – Decisamente minime, in questo caso si è seguito molto della storia reale del personaggio, compreso il “passaggio di testimone” dell’identità fra Pym e Lang; lievi cambiamenti solo su alcune vicende legate al  Calabrone e Cross, ma accettabili, specie nell’ambito della Continuity appositamente creata dalla Marvel per le saghe cinematografiche.

(Ant Man nella sua prima versione a fumetti - Foto © Marvel 1962)

(Ant Man nella sua prima versione a fumetti – Foto © Marvel 1962)

 

In conclusione? Un film altamente godibile che vi farà divertire, utile per capire alcuni passaggi prossimi della saga Marvel e alcune azioni di personaggi nello S.H.I.E.L.D dei precedenti film (occhio ai due easter egg a fine film, specie al secondo), quindi BUONA VISIONE !!!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...