Addio Dario….

( Foto © Gabriel Bouiys/AFP/Getty Images)

( Foto © Gabriel Bouiys/AFP/Getty Images)

…. L’Ultimo spettacolo è arrivato alla fine anche per te.

Finalmente tu e Franca sarete di nuovo insieme, come sempre siete stati fin dal giorno che vi siete conosciuti.

Ti ho ammirato sempre come artista, amante dell’arte, riguardo e riguardavo sempre con piacere i tuoi escursus nelle vite di grandi pittori, scultori e architetti come Giotto, Michelangelo, Leonardo e tanti altri quando le riproponevano in televisione, ho rivisto diverse volte Mistero Buffo, ho gioito quando fosti insignito del Nobel per la letteratura.

(Dario e Franca - Foto © Getty Images)

(Dario e Franca – Foto © Getty Images)

Ho ritenuto ingiusto l’oblio che la Rai ti dette sulle sue reti per 17 anni per i tuoi sketch con Franca, vergognato per l’infame stupro che ellà subì ad opera di persone ignobili che, con quel gesto, non solo infangarono le divise che indossavano, ma infangarono il genere maschile, ma fallirono nel loro intento di fermare lei e te: Franca portò quella vicenda perfino in Teatro, ne fece bandiera per parlare di violenza sulle donne e fermarla.

Negli ultimi anni non ho condiviso le tue idee politiche, sono sincero: sicuramente ti ha affascinato quell’idea di democrazia dal basso di cui si faceva portavoce il M5S, ma non ho capito come hai continuato a difenderla a spada tratta quando lo stesso Movimento è diventato la rivisitazione 2.0 di una DC delle correnti e delle lotte di potere, o come li hai difesi nelle loro campagne di odio contro giornalisti o persone “colpevoli” di non parlarne bene, tu che censure, diktat e pressioni ne avevi avute eccome, ma ho visto che hai avuto anche coraggio di esprimere critiche verso Grillo e i 5stelle, in diverse occasioni.

(Fo con Grillo - Foto © ANSA/Luca Zennaro)

(Fo con Grillo – Foto © ANSA/Luca Zennaro)

Comunque, le tue scelte politiche non mi hanno mai impedito di apprezzare il tuo lavoro, perché credo si debba sempre, nel caso di uomini di spettacolo (attori, registi, musicisti, scrittori, artisti, ecc.) bisogna discernere il privato dalla carriera artistica di una persona (penso alle troppe – futili – polemiche sul passato giovanile di Albertazzi ad esempio), specie quando il suo tributo alle persone ha ampiamente compensato qualsiasi possibile errore di natura politica o personale commesso.

P.S: Fa sorridere pensare che la tua partenza da questa Terra abbia coinciso con l’assegnazione del Nobel per la Letteratura a Bob Dylan, un altro che ha rotto spesso gli schemi, dettato “scandalo” e parlato alle masse proprio come te, sono sicuro che da lassù, tu e Franca avrete apprezzato.  

E come avresti detto te,  

E sempre allegri bisogna stare
che il nostro piangere fa male al re
fa male al ricco e al cardinale
diventan tristi se noi piangiam,
e sempre allegri bisogna stare
che il nostro piangere fa male al re
fa male al ricco e al cardinale
diventan tristi se noi piangiam!

 

Annunci

1 Comment

  1. Purtroppo se ne stanno andando a grappoli i Grandi che hanno segnato il Novecento.
    Sperando che il loro lascito nn venga sperperato.
    sheraconunabbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...