La prima Rece non si scorda Mai – Allied-L’Ombra Nascosta

 

Nuovo appuntamento con la rece cinematografica, oggi vi parlo di un film a tematica storica uscito di recente, Allied – L’Ombra Nascosta.

(Il manifesto del Film - © Paramount Pictures/Universal 2016)

(Il manifesto del Film – © Paramount Pictures/Universal 2016)

LA TRAMA – Nel 1942, nel Nord Africa occupato dalle truppe naziste, viene paracadutato in segreto il comandante canadese in forza all’intelligence inglese Max Vatan (Brad Pitt – Vi presento Joe Black, Troy, Fight Club e molti altri), che raggiunta Casablanca, entra in contatto con l’agente di riferimento Marianne Beausejour (Marion Cotillard – La saga di Taxxi, Nemico Pubblico, Inception e Macbeth, solo per citarne alcuni), con la quale svolgerà un’operazione contro l’ambasciatore tedesco in città; durante la preparazione, i due trovano attrazione fra loro, che, a operazione conclusa, decidono di sposarsi e vivere in Gran Bretagna.

L’idillio sembra felice, ma per Vatan arriva dai suoi superiori una terribile notizia…. Nuovo film per Robert Zemeckis (La saga di Ritorno al Futuro, Forrest Gump, Cast Away e Polar Express fra i tanti), che si cimenta con una classica Spy-story ambientata durante il secondo conflitto mondiale.

(Pitt/Vatan e Cotillard/Beausejour - Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

(Pitt/Vatan e Cotillard/Beausejour – Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

LA REGIA – Zemeckis dirige bene il cast, confenzionando un buon film, dove non mancano alcune scene interessanti, ma non ho trovato lo stesso Pathos avuto per Cast Away o un legame affettivo con i protagonisti e la loro vicenda come in Forrest Gump ad esempio; tuttavia il film scorre molto bene e non ha dei momenti di buco di sceneggiatura o di stanca nel corso della pellicola.

Belle le sequenze d’azione (la scena del galà dell’ambasciatore è niente male, come quella ambientata in Francia) e bello anche lo spaccato di vita londinese durante il conflitto, che rende bene l’atmosfera di continua allerta che Londra e la Gran Bretagna subivano giornalmente nei raid dei bombardieri tedeschi che avvenivano quasi ogni notte, oltre che svelare quella che era la quotidiana lotta fra controspionaggi delle varie parti, con agenti infiltrati che passavano da una parte all’altra dei due schieramenti.

(Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

(Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

Ottima la fotografia di Don Burgess, già visto a fianco di Zemeckis in diversi suoi film, che riesce a rendere bene le varie atmosfere del film nel corso della sua visione.

IL CAST – Di buon livello: bene Pitt nel ruolo di Vatan, anche se l’ho trovato un po troppo simile nella recitazione al ruolo che aveva interpretato in Spy Game; bene la Cotillard, che matura artisticamente in meglio di film in film, oltre ad aver mostrato una versatilità di ruoli (dal comico al tragico, dal romantico all’action) eccezionale; bene anche le recitazioni di Jared Harris (La serie TV Fringe, Lost in Space, Sherlock Holmes – Gioco di Ombre e molti altri) nel ruolo del superiore di Vatan e l’apparizione di Simon McBurney (La Bussola d’Oro, Harry Potter & i Doni della Morte Parte 1 e La Teoria del Tutto) nel ruolo dell’oscuro ufficiale dei Servizi Segreti che informa Vatan sulle indagini in corso, un personaggio che appare un rigido burocrate ma solo nella sua facciata esteriore.

Il resto del cast fa il suo dovere, ma fa quasi solo da contorno ai due protagonisti.  

(Mc Burney - Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

(Mc Burney – Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

IL CONTESTO STORICO – Il film è interessante sicuramente per capire un po meglio il contesto storico della guerra di spionaggio che Alleati e Asse misero in piedi nel corso della Seconda Guerra Mondiale, con infiltrati e contro-infiltrati che non si contarono e che furono un vero conflitto nel conflitto.

IL MESSAGGIO FINALE –  Pure in un film molto semplice come trama e genere (lo spionaggio storico), c’è un minimo messaggio finale di fondo: E’ possibile, in un mondo dove tutti mentono per sopravvivere e recitano una parte per farlo, anche lottare per qualcosa di vero come l’Amore che nasce fra due persone che vivono recitando una parte.

(Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

(Foto © Paramount Pictures/Universal 2016)

In conclusione? Un buon film che vi intrattiene bene, vale il prezzo del biglietto se lo trovate ancora nelle sale, altrimenti potete recuperarlo tranquillamente in noleggio o su DVD e BluRay, BUONA VISIONE!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...