70 anni Fa, Il primo Rombo del Cavallino Rampante….

(La Ferrari 125 S in azione al Circuito di Piacenza nel 1947 – Foto © Wikipedia)

E’ in una tranquilla giornata di Marzo del 1947 nella pianura modenese, che sta per battere il cuore di un motore e un marchio destinati a fare la Storia dell’automobilismo sportivo mondiale e sinonimo di Italia solamente pronunciando quel nome: Ferrari.

L’Italia è da meno di un’anno Repubblica, si sta ancora riprendendo dalle tremende ferite della Seconda Guerra Mondiale, che l’ha distrutta, ma non piegata; si riparte lentamente, ma le industrie e le persone stanno ricostruendo pianopiano, fra questi, un Uomo, appassionato di corse, quel giorno sta per scoprire se il suo Sogno diventerà reale o no…

Quell’uomo é Enzo Ferrari, quel sogno è la prima auto interamente costruita e progettata dalla sua casa automobilistica, che porta il suo nome, dopo anni in cui, con la Scuderia Ferrari, aveva corso prima con le Alfa Romeo,, che però alla fine degli anni 30, si erano ritirate in forma ufficiale, costringendo di fatto Ferrari ad abbandonare le corse, momentaneamente; ma lì decide che deve tornare a correre, ma farlo con una sua creatura, con una SUA macchina.

(Ferrari – a Sinistra – con Nuvolari, Varzi, Gianferrari e meccanici Alfa Romeo nel 1930 – Foto © Wikipedia/ Archivio Prospero Gianferrari)

Crea l’ Avio Auto Costruzioni (AAC) a Modena, ma durante il conflitto, la trasferisce a Maranello, dove sospende momentaneamente ogni attività per via della guerra; finita, ricomincia l’attività, nel frattempo l’AAC diventa Ferrari, dopo essere stato per anni il nome della Scuderia, diventa finalmente anche il nome della sua prima automobile.

In quella mattina di Marzo, per le strade di Maranello sfreccia la 125 S, prima auto Ferrari, che guida personalmente, fra le strade sterrate della zona, provando ogni possibile reazione di quella vettura con un Motore 12 Cilindri a V 60°, la mette più volte alla frusta, sfrecciando a tutta velocità…. poi rientra alla Fabbrica, varca quell’ingresso dove campeggia una scritta gialla, gli operai si stringono attorno, vogliono sapere cosa ne pensa, se la vettura va bene. Leggenda vuole che il Drake si sia asciugato le lacrime (l’emozione? o come disse “tutta colpa della polvere”?) e abbia dato il benestare e l’OK per l’ottimo lavoro fatto.

La prima vettura Ferrari era nata, l’inizio di una storia ricca di soddisfazioni sportive (31 fra titoli Piloti e Costruttori in F1, 12 Titoli Costruttori nell’allora Mondiale Sport Prototipi, 6 Titoli GT nel Mondiale Endurance FIA, Numerose vittorie alla 24 Ore di Le Mans, Daytona, nella 12 Ore di Sebring e in corse leggendarie come Targa Florio, Mille Miglia e Carrera Panamericana.

(La 125 S accanto all’ultima nata Ferrari davanti la sede di Maranello – Foto © Ferrari/Corriere della Sera 2017)

Oggi la Ferrari è un brand a 360° che porta il Made in Italy e l’automobilismo italiano di qualità nel Mondo, con migliaia di persone che lavorano fra produzione diretta e indotto, che portano quel Cavallino nero rampante (che fu dono dei familiari di Francesco Baracca al Drake, allora giovane pilota), partita da una mattina di Marzo del 1947 su una strada polverosa e con un folle ma lucido sognatore che guidava un bolide rosso fiammante.

Tanti Auguri Ferrari, che la tua corsa continui senza sosta…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...