Photolux Festival 2018 – 6 anni con uno sguardo sul Mondo

(Foto © Photolux Festival/World Press Photo 2018)

Anche quest’anno il sottoscritto ha visitato il Photolux Festival, uno dei più importanti appuntamenti con la fotografia in Italia e in Europa in corso fino al 9 Dicembre a Lucca.

 

Nel segno della Tradizione, verso il Futuro

Nato nel 2012 dalle ceneri del Lucca Photo Fest (nato nel 2005 e cessato nel 2011), il Photolux ha presto attirato l’interesse del circuito fotografico internazionale, grazie alle mostre e le retrospettive presentate, facendo diventare Lucca uno dei centri d’interesse dedicato alla fotografia, in particolare alla fotografia di Reportage, grazie alle collaborazioni prestigiosi con il World Press Photo e Leica Awards.

Word Press Photo: Il duro contatto con il Mondo Reale

Sempre d’impatto come sempre la selezione dei reportage e scatti vincitori del World Press Photo, giunto alla 61° edizione.

Fra i 42 selezionati finali (su quasi 5000 fotografi partecipanti) provenienti da 22 Paesi (in cui piacere diversi sono italiani) la foto simbolo del World Press Photo 2018 è stato il potente scatto di Roman Schemidt, con il giovane in fiamme negli scontri in Venezuela del 2017.

 

(Foto © Photolux Festival/World Press Photo 2018)

 

Da segnalare lo splendido reportage di Fausto Podavini dedicata all’impatto della diga di Gibe III nella valle dell’Omo in Etiopia, quello del belga Alain Schroeder dedicato ai bambini-fantini dell’isola di Suwama in Indonesia e quello di Adam Ferguson sui ritratti delle ragazze-kamikaze salvate dalle mani di Boko Haram in Nigeria.

Leica Oskar Barnard Award: Il Reportage come forma d’Arte

Come sempre ricca di ottimi autori ,l’edizione dei Leica Oskar Barnard Award, spicca quello del vincitore belga Max Pinckers, con un reportage “ovattato” sul regime nordcoreano e la sua immagine “pubblica”, con un taglio quasi da fotoromanzo, volutamente artefatto, a esaltare quell’aura di “perfezione” che il regime di Pyongyang cerca di comunicare all’esterno.

Menzione dovuta allo splendido reportage della russa Mary Gelman, con un’occhio puntato sulla segregazione dei disabili nella società russa, attraverso la vita di un centro per disabili nella campagna di S.Pietroburgo.

 

(Foto © Photolux Festival/Leica Oskar Barnard Award 2018)

Tanzini e Venturi, due sguardi su vecchie (e nuove?) capitali mondiali

Fra le mostre collaterali a World Press Photo e Leica, da segnalare quelle di due italiani.

Nicola Tanzini con il suo reportage-omaggio allo storico mercato del pesce di Tokio (lo Tsukiji), ora demolito per fare posto alle strutture delle prossime olimpiadi, che documenta il contrasto fra tradizione e innovazione della cultura giapponese.

Filippo Venturi invece sta raccontando la nascita e la crescita della nuova capitale del Kazakistan, Astana, Ex-Stato dall’economia in forte crescita e un regime guidato da 28 anni da Nursultan Nazarbayev, padre-padrone del Kazakistan, una città dalla forte impronta occidentale ma con un’occhio nostalgico alle architetture giganti del regime sovietico.

(Foto © Photolux Festival 2018)

 

Circuito Off: Le Fotografie e i fotografi da scoprire

Per il 6° anno si è svolto il Circuito Off, selezione di mostre di fotografi emergenti e non, di scena come sempre nei negozi e spazi pubblici di Lucca, andata in scena fino al 2 Dicembre e organizzata da WeLovePh.

Un’occasione per conoscere nuovi fotografi (amatoriali, professionisti) con i loro progetti e la loro visione di fotografia, ospitati in numerose attività del centro storico lucchese, un viaggio quindi che affianca il Photolux, ne diventa complementare e ti fa scoprire anche alcuni dei negozi e posti tipici della cittadina toscana.

Fra quelle che mi hanno colpito maggiormente, la mostra di Anna Signorini con una serie di ritratti a due mani che mescolano quadri storici con ritratti di oggi; O i chiaroscuri di Augusto Biagioni che ci mostrano una splendida Lucca in bianco e nero; O il progetto artistico di Antonio Lorenzini dedicato a Pinocchio.

 

(Foto © Circuito Off/WeLovePH 2018)

 

Da segnalare la mostra di Andrea Bonsignori, da anni sviluppatore di un percorso sulla temporaneità della fotografia, quest’anno affrontata con fotografie stampate su carta destinate a scomparire, a segnare il paradosso della fotografia che blocca “per sempre” un’attimo di storia, ma che, sparendo, cancella anche quell’attimo.  

Palazzo Ducale, Cortile Carrara 1
lun-dom 10:00 – 19:30
World Press Photo 2018

Karim El Maktafi, Fantasia | a cura di Kublaiklan
Joakim Kocjancic, After the Flood
Nicola Tanzini, Tokyo Tsukiji, a cura di Benedetta Donato

Scatta la Notizia 2018| in collaborazione con Canon Italia e Neapolis.Art
SIMULTANEI, volti del contemporaneo | in collaborazione con FPmag, Rufus Photo Hub e Fotofabbrica

Chiesa dei Servi, Piazza dei Servi
lun-dom 10:00 – 19:30
Leica Oskar Barnack Award 2018

BIGLIETTI
I biglietti si possono acquistare alla biglietteria in Palazzo Ducale (tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00).
intero (accesso a tutte le mostre) € 12,00
ridotto (accesso a tutte le mostre per under 25, gruppi di 10 persone, visitatori Il Desco) € 10,00
ridotto scuole primarie e secondarie € 5,00

Palazzo Ducale € 10,00
Chiesa dei Servi € 5,00

VISITE GUIDATE
Visite guidate gratuite ogni sabato e domenica alle 11:00 e alle 16:00, solo nella sede di Palazzo Ducale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.