Cor Veleno Live @ Deposito Pontecorvo: Lo Spirito (di Primo) che Suona ancora con noi

(Foto © Deposito Pontecorvo/Cor Veleno 2019)

Superato il problema tecnico avuto la scorsa settimana (brevemente: hanno cercato di hackerare il profilo, nel farlo, alcuni editoriali programmati sono spariti), rieccoci a parlare di musica ed eventi Live.

Lo facciamo raccontandovi il concerto dei Cor Veleno andato in scena lo scorso 9 Febbraio al Deposito Pontecorvo a Pisa. 

 

 

 

Cor Veleno: Sempre fedeli a loro stessi

 

Il gruppo vede le sue origini nel 1993, quando Primo Brown, Grandi Numeri e Detor DJ (successivamente, il posto di Detor sarà preso da Squarta) iniziano a pubblicare i loro primi pezzi, facendosi notare nella scena Hip Hop romana e italiana.

Chiamati ad aprire concerti a gruppi di fama internazionale come De La Soul e Wu Tang Clan, nel 2001 escono con il primo dei loro 6 album, “Rock’N’Roll” (due anni dopo il loro primo EP, “Sotto Assedio” del 1999), che li farà esplodere e conoscere a tutto il pubblico Italiano.

 

 

Lo stile dei Cor Veleno è diretto, colpisce con rime taglienti che colpiscono dritto in faccia lo spettatore, spaziano da temi come esperienze personali alla vita quotidiana di tutti i giorni a Roma, fino a tematiche legati alla crescita, con uno stile Hardcore Hip Hop che ha fatto scuola per molte altri artisti e formazioni romane.

 

Con Primo, Senza Primo, sempre con Noi

 

Nel 2014 Primo Brown è costretto ad annunciare il ritiro dalle scene e dai Cor Veleno per motivi di salute, gli stessi motivi che porteranno purtroppo alla sua scomparsa, nella notte di Capodanno del 2015.

I Cor Veleno non cessano di esistere e da quel momento portano, sul palco e nei testi, tutto l’affetto e lo Spirito di Primo con loro.

Ed è con questo spirito che nel 2018 è uscito “Lo Spirito che Suona”, ultimo lavoro della Band, un viaggio musicale che è anche un’omaggio e una dedica alla memoria di Primo e alla sua influenza, che ha visto molti artisti, romani e non, collaborare per questo lavoro.

 

Pontecorvo, Qual’è il Nome del Tuo Esercito?

 

La serata al Pontecorvo parte prima con il DJ Set di Pezzone, animata dal Freestyle di rapper locali come Mengamega, Fennec, Peg Leg, Sheldon e Numero Bis, apprezzato dai presenti (che hanno letteralmente riempito il Deposito).

 

(Il Freestyle e DJ Set che ha preceduto il concerto)

 

 

Poi è arrivato il turno dei Cor Veleno, che hanno dedicato la stragrande maggioranza del Live al nuovo lavoro.

Pezzi come “Tutta la Vita”, “Città di Vetro”, “Niente in Cambio” sono già nei cuori dei fans, mentre pezzi come “Il Nome del Tuo Esercito” o “Servono Pietre” sono stati pezzi che hanno fatto saltare e muovere tutto il pubblico del Deposito.

Un Concerto in cui la presenza di Primo, dai testi, alle parole, al ricordo di Squarta e Grandi Numeri, non è mai venuto meno, a dimostrare che quel palco, dell’energia del cantante romano, è ancora permeato al massimo. 

Pontecorvo, il Tempio dell’Hip Hop (e non solo) del Litorale

 

Con il concerto dei Cor Veleno, si conferma la vocazione del Deposito Pontecorvo come Tempio per il genere in toscana e sul Litorale, ma anche la sua versatilità per questi generi.

 

 

Non capita infatti serata in cui non vediamo alternarsi sul palco di questo giovane (per nascita) ma vivace locale alternarsi protagonisti della scena Rap, Hip Hop, Reggae, Drum’n’Bass e molti altri generi che spesso hanno difficoltà a trovare spazio, nei grandi locali.

Foto ©  Enrico Bertelli 2019

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.