La Prima Rece non si scorda Mai – Il Primo Re

Nuovo appuntamento con la Rece cinematografica, oggi vi parliamo di un film che ha attirato molto l’interesse del pubblico italiano per la sua particolarità: Il Primo Re

(Il manifesto del film – Foto © 01 Distribution 2019)

 

 

LA TRAMA –  Due Fratelli, Romolo (Alessio Lapice – Le Serie TV Sotto Copertura e Fuoco Amico) e Remo (Alessandro Borghi – Non Essere Cattivo, Suburra, Napoli Velata, Sulla mia Pelle e la serie TV Suburra), travolti da una piena del Tevere, vengono “soccorsi” e catturati dalle milizie di Alba Longa.

Scampati, grazie a una ribellione, alla prigiona, insieme ad altri prigionieri e alla vestale Satnei (Tania Garriba, al suo debutto in un lungometraggio, tanta carriera teatrale), rapita perchè custode del Fuoco Sacro, intranpendono un viaggio pericoloso e difficile per superare il Tevere e, ancora senza saperlo, diventare i fondatori di quella che un giorno sarà la prima Capitale del Mondo, Roma….. Matteo Rovere (Un Gioco da Ragazze, Gli Sfiorati, Veloce come il Vento) esordisce nel genere storico con un film molto intenso ed epico sulle origini della Capitale, fra storia e leggenda.

(Remo, Romolo e Satnei – Foto © 01 Distribution 2019)

 

LA REGIA – Rovere accetta la sfida di confezionare un film di genere (quello storico-epico) e di farlo nella forma più difficile: quella di far recitare tutto il cast in protolatino arcaico, una impresa per niente semplice, che mette Il Primo Re vicino a un prodotto come Apocalypto di Gibson, come stile, impresa perfettamente riuscita.

Rovere porta un film snello, intenso, ci cala nel Lazio arcaico, fra tribù agli albori della civilizzazione e i primi regni italici (qui rappresentati dalla spietata Alba Longa), in cui Romolo e Remo, si troveranno, a loro insaputa, protagonisti della Storia con la S maiuscola.

Non ci sono tempi morti o buchi di trama, i dialoghi non sono eccessivi e sempre azzeccati, permettono la visione quindi anche a chi ha terrore dei sottotitoli al cinema, belle le scene di azione e lotta, davvero ben girate.

Ottima la scelta per la fotografia della pellicola di Daniele Ciprì (Tano da Morire, Mare Nero, Il Ritorno di Cagliostro, La Paranza dei Bambini), efficace nel sottolineare i vari momenti del film.

(Remo/Borghi – Foto © 01 Distribution 2019)

 

IL CAST – Borghi efficace nell’interpretare il rude e ambizioso Remo, bramoso di rivalsa per le sciagure che gli Dei gli mandano contro, bramoso di un destino migliore e diverso da quello per cui sembra nato; Lapice altrettanto bravo nell’interpretare Romolo, speranzoso invece nel destino che gli Dei hanno per loro e pronto anche ad accettare il fato ostile degli stessi, se necessario.

Splendida sorpresa la Garriba, perfettamente calata nel ruolo di Satnei, Vestale degli Dei, strumento degli stessi, ma anche essere umano che scopre proprio durante la fuga con Romolo e Remo meglio il suo lato umano; menzione speciale per Massimiliano Rossi (La Serie TV Gomorra, Fuoco su di Me, nei panni del pragmatico e spietato Tefarie.

(Satnei/Garriba – Foto © 01 Distribution 2019)

 

IL CONTESTO STORICO – Rovere ha fatto un’ottimo lavoro nel mescolare le vicende storiche della fondazione di Roma con il mito di Romolo e Remo, confezionando un film ben fatto; la cura nella riproduzione non solo dei vestiti e delle armi, ma anche della cultura religiosa e sociale dell’epoca (i riti ancestrali, le prime forme civili sociali più organizzate, la differenza fra le truppe militarmente organizzate di Alba Longa e le tribù locali).

 

( Foto © 01 Distribution 2019)

 

In conclusione? se avete possibilità di vederlo in sala, non perdete occasione, è assolutamente da vedere e goderselo al cinema, altrimenti recuperatelo quando esce in DVD/Blu Ray, BUONA VISIONE!!!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.