Firenze Fantasy – La Fantasia conquista Firenze

( Foto © Firenze Fantasy/Festa dell’Unicorno)

La Prima edizione di Firenze Fantasy si è conclusa, portando per un Weekend, dal 15 al 17 Marzo, a Firenze, un’atmosfera davvero magica.

 

 

 

Firenze Fantasy: Missione Compiuta

 

 

Quando alla fine del 2017 gli organizzatori della Festa dell’Unicorno di Vinci (FI) hanno lanciato una campagna di Crowfunding per poter realizzare la versione invernale della loro manifestazione a Firenze nel 2019, muovendosi con oltre un’anno di anticipo, non tutti avevano scommesso sulla riuscita dell’evento e alcuni criticarono la location.

In passato altre manifestazioni a tema avevano provato a conquistare la Fortezza da Basso, ma nel giro di una o due edizioni, erano stati costretti ad ammainare bandiera bianca, vuoi per risposte di pubblico non all’altezza, vuoi per i costi (alti) che ha organizzare un’evento simile in una location di prestigio come l’ex-fortezza dei Medici.

Invece la campagna di autofinanziamento è andata molto bene e nel 2018 l’organizzazione ha saputo tirare su un’ottimo e interessante programma e fare una promozione a tappeto in tutta la Toscana e in Italia sia attraverso i mezzi tradizionali che social.

 

 

Fortezza sotto Assedio del pubblico

 

 

Se già il venerdì, pur in maniera tranquilla, le presenze erano sembrate più che positive, Sabato e Domenica c’è stato il vero e proprio assedio di pubblico, con file anche di due ore di attesa per entrare (e su questo aspetto torneremo più avanti).

Stand ed eventi letteralmente presi d’assalto, anche la parte Food e spettacoli ha visto assembramenti continui soprattutto il secondo e terzo giorno.

 

(Pubblico al Firenze Fantasy)

 

Un successo di pubblico che direi da per certa e scontata la seconda edizione, che ripaga ampiamente l’enorme lavoro di progettazione e realizzazione della manifestazione.

 

 

Dal Trono di Spade all’Impero, passando per Doctor Who

 

 

Firenze Fantasy ha spaziato enormente nel genere fantastico a 360°: se il fantasy tradizionale (quello ispirato ai romanzi di Tolkien, Martin e soci) è stato l’ossatura principale dell’evento, anche la fantascienza ha avuto il suo spazio di tutto rispetto, nella tre giorni fiorentina.

Dai gruppi Cosplay come The Wind Of Winter (Games Of Trhones), La Quarta Era (Il Signore degli Anelli), 501st Italica Garrison e Florence Knight (Star Wars) hanno animato con numerose iniziative, per far conoscere non solo le loro serie ma anche l’universo fantastico.

Ma c’era anche l’universo videoludico e fumettistico, con i gruppi Cosplay dedicati a The Witcher, Assassin’s Creed e Marvel.

 

 

L’universo GDR al Fantasy

 

 

Fantasy è anche soprattutto Giochi di Ruolo, soprattutto Live.

Alcuni dei principali gruppi toscani (e non solo) hanno potuto far conoscere i loro GDR Live; i Secondi Figli, con il loro Bazar fantastico, hanno attirato centinaia di curiosi fra i loro banchi pieni di mistero e magia.

Clavisomni e Nox hanno invece scatenato le paure più recondite e oscure con le loro attività ed eventi, dalle apocalissi zombie a l’Orrore più antico di ispirazione lovercraftiana.

 

(La Parata degli Elfi)

 

Fantasy Real Dream e GRV Italia hanno mostrato le infinite possibilità del Fantasy Live; ma c’è stato spazio anche per conoscere l’associazionismo, con la presenza di FederLudo, una delle principali associazioni che raduna numerose realtà GDR Live. 

 

 

Fuoco, Fate, Elfi e Spade

 

 

 

Belli anche gli eventi e gli spettacoli che sono stati proposti dentro e fuori la Fortezza.

Dagli spettacoli di fuoco di Circle Fire, alle melodie dell’Arpa di Fata Foglia, passando per i duelli e le coreografie di Cappa & Spada de La Rosa d’Acciaio, per tre giorni ci sono stati diversi spettacoli che hanno sempre fatto pieno di interessati e soddisfatti spettatori.

Anche la musica ha avuto il suo spazio, con le melodie celtiche delle Green Clouds fino alla straordinaria bravura al violino di Lucia La Rezza; bella anche la serata dedicata alle Cartoon Cover Band.

 

(Lo spettacolo di Circle Fire)

 

Ma l’evento clou è stato senz’altro la Parata dell’Unicorno, che ha coinvolto oltre 500 cosplayer di ogni genere per le vie del centro di Firenze, una vera e propria “sortita” dalla Fortezza per conquistare la Città, attirando tanti curiosi e turisti a saperne di più sulla manifestazione.

 

 

Ospiti a 360°

 

 

Gli ospiti, italiani e internazionali, hanno attirato molto interesse, con Meet & Greet sold out per attori come Christopher Lambert, Billie Piper e Isaac Heampsted-Wright, ad esempio.

 

(Marcello Cesena)

 

Molto partecipati anche gli incontri con personaggi come Marcello Cesena, attore e regista, che ci ha deliziato con aneddoti e racconti su Sensualità a Corte, o Daniele Giuliani, storica voce di Jon Show da Game Of Thrones. Ma anche fra fumetti, libri e giochi, sono stati molto seguiti gli incontri con Licia Troisi, Bigio, Boban Pesov, Marco Russo, Angelo Porazzi e molti altri.

 

 

Prova superata, con qualche suggerimento

 

 

In generale, l’edizione numero 1 di Firenze Fantasy ha a mio giudizio superato bene la prova, sia in termini di programma che di pubblico.

Mi permetto qualche piccolo suggerimento, per la prossima edizione, che potrebbe migliorare quei normali ma tutto sommato semplici e risolvibili problemi:

– Aumentare le biglietterie per il prossimo anno: due sole non bastano, è stata una causa delle file lunghe sabato e domenica, raddoppiarle è prioritario per il prossimo anno, ideale sarebbe metterli appena fuori dalla Fortezza, oltre a fare una corsia privilegiata e separata fra normali biglietti e accrediti/pass;

– Aumentare spazi espositivi: il successo di pubblico ha evidenziato che ci vorrà spazio aggiuntivo per la prossima edizione, soprattutto necessario creare almeno due piazze principali per gli eventi esterni e espandersi per portare gli espositori a occupare tutta la struttura storica;

– Personale per deflusso: in alcune aree, come i sotterranei o dove era presente il Bazar Gdr e le associazioni fantasy cosplay, sabato e domenica era impossibile girare, sarebbe sensato mettere o un percorso obbligato (una entrata unica e una sola uscita) o almeno 3-4 persone a ingresso e uscita per defluire le persone e regolarei flussi in quei settori;

– Guardaroba: è necessario la possibilità di un guardaroba custodito (anche a pagamento andrebbe bene) per chi deve lasciare bagagli o giacche o accessori per non portarseli dietro;

Sono suggerimenti spero utili a quelle migliorie per rendere la seconda edizione migliore e maggiormente apprezzata, ma sono sicuro che alcune di queste voci siano già in agenda fra le cose da migliorare dell’organizzazione.

(Cosplayer alla Fortezza)

 

Foto © Enrico Bertelli

Alcuni Link Utili come sempre per rimanere in contatto con questa manifestazione:

Pagina FB Ufficiale: https://www.facebook.com/firenzefantasy/

Pagina FB Festa dell’Unicorno: https://www.facebook.com/festaunicornofan/

Sito Firenze Fantasy: http://www.firenzefantasy.com/

Sito Festa dell’Unicorno: http://www.festaunicorno.com/

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.