Photolux Festival 2019 – la Fotografia a Lucca è Rivoluzione

(Foto © Photolux Festival – 2019)

Anche quest’anno abbiamo avuto il piacere di visitare e vedere il Photolux Festival, il Festival internazionale della Fotografia che da 7 anni anima l’inverno lucchese.

 

La manifestazione, giunta alla 7° edizione (da quando ha raccolto l’eredità del Lucca Photo Fest, che era nato nel 2005), porta nella città toscana, dal 16 Novembre all’8 Dicembre, il meglio della fotografia internazionale e di Reportage, con una curata selezione di fotografi e progetti, dai maestri della fotografia ai nuovi talenti emergenti.

Una Mostra Magnum

A fare la parte del Leone quest’anno è l’immenso archivio fotografico della Magnum, al Palazzo Ducale, che ha portato alcuni dei suoi autori più interessanti, che hanno sviluppato il tema della Rivoluzione.

 

(Foto © Magnum Photos)

 

Dalla rivoluzione Iraniana di Khomeini alle rivoluzione arabe del Medioriente e del Nordafrica, la Magnum ci racconta questi movimenti e fatti storici da dentro le folle delle piazze, coi loro volti, le loro espressioni, l’atmosfera e il clima percepito in quei drammatici momenti. 

Da Piazza Tienanmen al Muro di Berlino

Il tema della Rivoluzione prende spazio nelle mostre alla Ex-Cavallerizza.

Dario Mitidieri ci racconta la nascita, l’ascesa e la drammatica fine del movimento di protesta di Piazza Tienanmen, scatti drammatici e reali, che ci mostrano la mano dura e repressiva del governo cinese contro legittime proteste di migliaia di giovani che chiedevano solo maggiori diritti e un futuro in democrazia.

 

(Foto © Dario Mitidieri)

 

Stéphane Duroy della Agence VU’ invece ci racconta il decennio che ha visto cadere il Muro di Berlino, le due Germanie e la loro riunificazione, un racconto di vita quotidiana, momenti storici e spezzoni di vita attorno a uno dei simboli della Guerra Fredda.

La Rivoluzione di Cagnoni

E non poteva non essere presente al Photolux i tanti lavori di Reportage di Romano Cagnoni, che a Villa Bottini ha ospitato una corposa rassegna dei suoi lavori, scomparso appena un’anno fa.

 

(Foto © Romano Cagnoni)

 

Gli scatti di Cagnoni hanno raccontato rivoluzioni come quella cubana, vietnamita, le guerre dell’Africa, i golpe sudamericani e rivoluzioni più recenti come quella romena di fine anni 80, attraverso i volti di chi, in prima persona, era in prima linea, sulle barricate, nel cuore degli scontri.

La Rivoluzione dello Spazio

E non è forse una Rivoluzione l’avventura dell’Uomo nello Spazio?

La serie di mostre alla Fondazione Banca Monte di Lucca, organizzata da Ministry of Culture/ASGARDIA ENAC – Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, ci racconta, da foto istituzionali e di reportage, a lavori di fotografia artistica e sperimentazione, l’avventura che ci ha portato a solcare lo Spazio, sbarcare sulla Luna, fino ai recenti progetti per tornarci e i nuovi viaggi spaziali verso Marte e altri pianeti.

 

(Foto © Joan Fontcuberta/Galaxy Entertainment)

 

E parlando di Marte, molto interessante il progetto di Joan Fontcuberta, dedicato al progetto, in Spagna, alla Ex-Cavallerizza, del primo parco a tema che punterà a portarci, in anteprima, su Marte, progettodi investimento cinese della Galaxy Enterteinment, denominato “Gossan: Mars Mission”.

 

Dal World Press Photo ai Sony Award

L’altra parte del Leone è come sempre rappresentata dalle rassegne realizzati dai grandi concorsi fotografici internazionali.

Di grande impatto come sempre il World Press Photo, il concorso che, con i suoi reportage fotografici, riesce sempre a darci un crudo e realistico sguardo sul mondo reale, dalle problematiche internazionali e politiche, ai grandi temi sociali e ambientali.

 

(Foto © John Moore)

 

Ha contraddistinto invece un grande lavoro documentarista i lavori del vincitore e dei finalisti dei Leica Oscar Barnack Award, con grandi lavori sull’ambiente, le popolazioni e le sue trasformazioni.

 

(Foto © Thomas Van Houtryve)

 

Ha debuttato invece, per la prima volta, I Sony World Photography Award, un prestigioso concorso che sbarca per la prima volta al Photolux, in una inedita versione totalmente digitale, festival dove abbiamo avuto diversi vincitori fra i nostri connazionali (Alessandro Grassani nella categoria Sport, il duo italo-francese Jean-Marc Caimi e Valeria Piccinini nella categoria Scoperta, Massimo Giovannini, secondo classificato nella categoria Ritratto, Nicola Vincenzo Rinaldi, vincitore del National Award)

 

Dalle Fake News ai Confini, fino alla Super-sorveglianza

Photolux è anche sperimentazione di nuove forme di fotografia e Reportage della Realtà.

Per molti questo è il decennio delle Fake News, il fotografo brasiliano Paulo Coqueiro con “DON’T LIE TO ME”, attraverso il suo alterego Fake Tito Ferraz, cerca di svelare i meccanismi della condivisione, diffusione e potenza media di queste bufale.

E’ una fusione fra la ricerca storica e il Mockumentary fotografico il lavoro di Davide Monteleone dedicato alle Tesi di Aprile, il famoso saggio di Lenin per arrivare alla Rivoluzione, ricostruendo, a livello fotografico, gli scenari, i luoghi e le vicende delle due settimane che cambiarono la vita del padre della rivoluzione e della Russia (e del mondo).

Molto interessanti i progetti delle finaliste del Premio Laguna 2019, esposti a Villa Bottini.

La tedesca Pia Kintrup riprende con “Maps” l’antica arte delle mappe e la fonde con la fotografia per parlare di come i confini, visibili solo sulla carte delle mappe, ma invisibili a occhio nudo, abbia attinenze anche con la fotografia, che come le mappe, spesso traccia “confini” e “spazi” solo immaginati e non reali, ma percepiti come “reali” attraverso l’obbiettivo, che “materializza” questi confini.

(Kia Kintrup)

 

L’italiana Fabian Albertini invece, con “Controlled Lives”, pone il sempre più attuabile tema della tracciabilità e del trattamento dei nostri dati personali nell’era digitale, di come governi come la Cina stiano investendo enormemente su questo campo (anche attraverso indirette operazioni su social come Tik Tok e altri, oltre che con strumenti come l’identificazione digitale video, per schedare le persone), sui pericoli che può comportare, con interessanti (e anche paurose) analogie con il passato, quando studi come la Fisiognomica di Lombroso “schedava” la persona in base alle sue caratteristiche per stabilire la “pericolosità” sociale …. la tecnologia digitale rischia di farci tornare a quei tempi?

 

(Fabian Albertini)

 

Tra l’altro, ringrazio l’organizzazione del Festival che mi ha permesso di poter parlare e intervistare, per farmi raccontare i loro lavori, visto che al Photolux, nel corso della manifestazione, è possibile poter parlare propri con gli autori, presenti durante le varie visite guidate, a rotazione.

 

 

E non scordatevi il Circuito Off

 

E ovviamente non scordatevi, fra una mostra e l’altra, di scoprire gli autori selezionati per il Circuito Off.

Da anni l’evento collaterale ufficiale del Photolux, la serie di mostre, organizzate dentro gli esercizi commerciali lucchesi (quindi, visitando le mostre, potete scoprire tante realtà, dai negozi ai ristoranti, dai bar ai laboratori artigianali), che porta ogni anno, gli artisti selezionati da WeLovePh con i loro progetti, dal reportage, alla fotografia artistica.

In genere vi segnalo quelle più interessanti, ma quest’anno voglio invece stimolarvi a cercare fra le varie mostre e trovare le vostre preferite, non rimarrete delusi, ne sono sicuro.

Photolux come ogni anno non mi ha deluso, mi ha fatto scoprire nuovi autori, riscoperto con piacere grandi maestri della fotografia, ma soprattutto, mi ha dato nuovi stimoli a migliorare il mio lavoro come fotografo, oltre che nuovi spunti su cui lavorare, nei miei modi di fare Reportage.

Non perdete occasione quindi di visitare questa manifestazione, se amate la fotografia.

Info & Biglietti

BIGLIETTERIE
LUCCA, Chiesa di San Cristoforo

Via Fillungo
Orario: Tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:30

SEDI E ORARI
LUCCA, Chiesa San Cristoforo

Via Fillungo, 6
Mostre: World Press Photo 2019.
Orari: Tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:30

LUCCA, Palazzo delle Esposizioni Fondazione Banca Del Monte di Lucca
Via del Molinetto,
Mostre: 2:56 am. To the moon and back.
Orari: Lunedì – Venerdì 15:00 – 19:30 / Sabato, Domenica 10:00 – 19:30

LUCCA, Palazzo Ducale
Cortile Carrara 1
Mostre: Abbas; Inerzia e forza: una seconda rivoluzione; Magnum Revolution; Davide Monteleone; Dmitry Markov; Vincent Delbrouck; Prix Pictet 2019, Simultanei 2019.
Orari: Lunedì – Venerdì 15:00 – 19:30 /Sabato, Domenica 10:00 – 19:30

LUCCA, Chiesa dei Servi
Piazza dei servi
Mostre: 
Leica Oskar Barnack Award 2019; Photolux Award 2019; Romano Cagnoni Award 2019, Immagini in comune.
Orari: Lunedì- Venerdì 15:00 – 19:30 /Sabato, Domenica 10:00 – 19:30

LUCCA, Ex-Cavallerizza
Piazzale Giuseppe Verdi
MostreJoan Fontcuberta; Dario Mitidieri; Stéphane Duroy; Udo Hesse; Paulo Coqueiro; Filippo Brancoli Pantera e Lola Reboud; intarget Photolux Award 2019, Photoboox Award 2019.
Orari: Lunedì – Venerdì 15:00 – 19:30 /Sabato, Domenica 10:00 – 19:30

LUCCA, Villa Bottini
via Elisa 9
Mostre: David Appleby; Romano Cagnoni; Fabian Albertini e Pia Kintrup; Andrei Vasilenko, Emanuela Colombo e Jean-Michel André, Photolux Travel Photography Award 2019.
Orari: Lunedì – Venerdì 15:00 – 19:30 / Sabato, Domenica  10:00 – 19:30

LUCCA, Chiesa di Santa Caterina
Via del Crocifisso
Mostre: Sony World Photography Awards 2019.
Orari: Lunedì- Venerdì 15:00 – 19:30 /Sabato, Domenica 10:00 – 19:30

BIGLIETTI
Intero: € 22,00

Ridotto: € 19,00
Location singola: € 10,00
Scuole: € 5,00
Ingresso gratuito per < 14 anni

RIDUZIONI
Gruppi di 10 persone paganti
Studenti under 25
Over 65
Soci COOP Firenze
Studenti Fondazione Studio Marangoni
Vincitori Circuito OFF
Iscritti corsi di fotografia Photolux 2019
Possessori del biglietto Desco2019

COLLABORAZIONI
Il biglietto di Photolux Festival 2019 permette l’ingresso con riduzione alle mostre:

Werner Bischof | Classics [Lu.C.C.A. Museum]
Bernardo Bellotto 1740 | Viaggio in Toscana [Fondazione Ragghianti]

18APP  –  CARTA DEL DOCENTE  
-Solo tramite presentazione del foglio stampato con l’importo corrispondente al costo del biglietto che si desidera acquistare. I buoni sono convertibili esclusivamente presso la biglietteria (Chiesa di San Cristoforo).

GIORNALISTI 
Per poter accedere gratuitamente alle mostre è necessario accreditarsi presso la biglietteria (Chiesa di San Cristoforo), previa presentazione della tessera dell’ordine dei giornalisti.

VISITE GUIDATE INCLUSIVE
Tutti i sabati alle 16:00
Tutte le domeniche alle 11:00 e alle 16:00
(Visite guidate previste per la mostra nella sede del Palazzo delle Esposizioni – Fondazione Banca del Monte di Lucca. Sarà presente interprete LIS, per motivi organizzativi è gradita la prenotazione a 328 9625591 o per email liberaespressione@alice.it)

 

3 Comments

    • No quest’anno ho saltato, sto ricaricando un po le batterie, ne ho fatto un po troppe cose insieme ultimamente e devo riposarmi

      • Le vacanze di Natale giungono a proposito allora. Grazie per la risposta, e buona Domenica! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.