Figli del Mare: Il legame fra Livorno e il Mare sul palco del Goldoni

 

(Foto © Impress/Teatro Goldoni – 2019)

La scorsa settimana ho avuto piacere di seguire, per Prossima Fermata, una serata davvero particolare, a Livorno.

 

Nella splendida cornice del Teatro Goldoni, lo scorso 7 Dicembre ho assistito a “Figli del Mare”, spettacolo realizzato dalla Impress, progetto nato a Berlino nel 2014, che si occupa di creare eventi e spettacolo in cui musica, recitazione e arte si fondono assieme, creando uno spettacolo unico e particolare.

 

Livorno e il Mare, un connubio indissolubile.

 

Il legame che lega la città di Livorno al Mare è legato a doppio filo.

Al suo affacciarsi sul Tirreno è legato alla sua nascita, alla sua crescita, alla sua ricchezza, ai suoi momenti storici importanti.

 

(The Hanguitar Project)

 

Il mare per Livorno è stato una Porta sul Mondo, ha portato gioie ma anche dolori, arrivare a Livorno per secoli ha rappresentato arrivare in un posto Porto Franco, ha dato asilo a gruppi, popoli e religioni, ha dato rifugio grazie proprio a quel Mare che ha fatto da cornice al viaggio di queste persone.

Il Mare ha portato cibo, lavoro, scambi culturali, ha portato la Storia.

E il mare ha fatto da cornice a Livorno anche nell’Arte, nella Musica, nella Letteratura, nel Cinema. 

 

 

 

Figli del Mare, immergersi e lasciarsi cullare dalle Onde

 

Figli del Mare ci porta quindi, in un crescendo artistico, dove allo spettatore viene chiesto di lasciarsi cullare dalle onde, dal suo movimento e dai suoi suoni, per (ri)scoprire il Mare e le sue storie.

 

(Giovanni Bondi e Valerio Delfino)

 

Lo facciamo con la musica ambient e minimale degli Hanguitar Project, con atmosfere rarefatte che sembrano arrivare dalla profondità del mare; o con la voce potente di Francesco Spera,con atmosfere quasi da Fado portoghese, accompagnato dal violino di Marta degl’Innocenti; con le note del pianoforte di Francesco Carone; o la voce di Teresa Rotondo, che ci porta nel sud del Tirreno con la sua voce.

 

(Dario Greco)

 

Nel viaggio fra le onde di questo mare, incontriamo la surreale (e molto livornese) comicità di Giovanni Bondi e Valerio Delfino, che ci portano a conoscere meglio il rapporto, spesso comico, che i livornesi hanno col mare; o lo viviamo attraverso la chitarra di Patrizio Alaimo e del suo Capitan Libeccio; o nell’epico racconto di Dario Greco, che ci riporta nella vita di Amerigo Vespucci e del suo viaggio verso il continente a cui darà il suo nome.

 

(La Famiglia Danzante)

 

Il viaggio prosegue con le poetiche danze della Famiglia Danzante, che portano la loro danza fra le onde del Mare, fra i momenti più toccanti ed emozionanti di questo spettacolo; o con la voce di Gio Mannucci, cantante e musicista poliedrico, in scena sia come solista che col suo nuovo progetto Nostalgia Canaglia (assieme a Francesco Carone e Tiziana Gallo); o attraverso la voce e la chitarra di Mattia Donati.

 

(Gio Mannucci & Nostalgia Canaglia)

 

Il tutto, accompagnato, durante tutto lo spettacolo, dalla creazione in diretta dei quadri di Martina Volandri e Matteo Carnemolla, ispirati da tutte le emozioni, i suoni e le atmosfere dello spettacolo.

 

(tutti i protagonisti di Figli del Mare)

Sono uscito soddisfatto di ciò che Figli del Mare mi ha mostrato sul palco, è stata una bella esperienza, Impress e tutti gli artisti coinvolti hanno fatto un grande lavoro (tra l’altro, nel Foyer del teatro, sempre a corredo dello spettacolo erano presenti gli splendidi scatti di Andrea Dani ; e cito anche il grande lavoro sul rispetto del mare e della lotta alle plastiche promosso da Sons Of The Ocean), ma soprattutto, oltre a raccontare il rapporto fra Livorno e il Mare, lo spettacolo è un’invito a rispettarlo, curarlo e proteggerlo, perchè è un’ecosistema troppo prezioso e importante, per rischiare di perderlo o rovinarlo per sempre.

Foto © Enrico Bertelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.