Lucca Comics and Games 2020: Pessimo Azzardo o Buona Scommessa?

(Foto © Lucca Comics & Games/Lucca Crea – 2020)

 

Dunque, contro ogni pronostico, Lucca Comics ans Games si farà.

La notizia è, inutile dirlo, ha fatto il giro del web e dei social, fra un bilancio quasi alla pari fra entusiasti della notizia e chi ha accolto la notizia fra stupore, molti dubbi e anche rabbia.

 

 

Il 2020 sembrava infatti dover essere privo di fiere del fumetto a livello mondiale: con eventi come il Comicon americano annullato e trasformato in digitale, Dragon Con e Blizz Con idem, l’E3 con la medesima sorte; in Italia, Napoli Comicon, Cartoomics, Romics e altre fiere, dopo aver provato a posticipare, hanno annunciato la cancellazione e la versione Online delle loro manifestazioni; altre, come Riminicomix, Festa dell’Unicorno, Ludicomix, Play e altre, hanno direttamente rinviato al prossimo anno.

E anche Lucca Comics sembrava essere sulla stessa strada (rinvio al 2021 o solo Online) anche sull’onda che un’altro grande evento come il Summer Festival, era stato definitivamente rinviato al 2021; invece, a sorpresa, dopo molto incontri e tavoli tecnici con le amministrazioni, l’annuncio.

 

 

 

 

Lucca si fa in Quattro, ma basterà?

 

L’edizione 2020 si svolgerà in quattro diverse modalità (una fisica, con stand in dimensione ridotta e accessibili solo con biglietto – venduti in numeri ridotti; una media, fortemente potenziata con collaborazioni con i canali Rai e Radio Rai e contenuti Streaming On Demand, accessibili con speciali “abbonamenti”; e l’inedita formula “Campfire”, che porterà i contenuti di Lucca Comics sparsi in diversi punti in Italia, fra fumetterie, Librerie ecc), con una durata di quattro giorni (dal 29 Ottobre al 1° Novembre), come annunciato nel Comunicato Ufficiale rilasciato sul sito.

Ora la domanda è: ha senso, in una situazione di Pandemia mondiale, quando il resto del panorama fieristico italiano (e mondiale) si è fermato o ha posticipato al prossimo anno manifestazioni e fiere, annunciare, in un periodo dove, buona parte degli esperti in campo epidemiologico e medico-scientifico, ipotizzano una probabile seconda ondata pandemica (che, ricordiamo, finché non sarà realizzato un vaccino, NON è ne sconfitto ne finito, ma si è solo attenuato nella sua carica virale e diffusione), una fiera che, di media, stacca fra i 200 e i 300000 biglietti all’anno e, movimenta, intorno ad essa, quasi 700000 presenze di persone che ruotano attorno ad essa, fra curiosi e visitatori?

La problematica in se è principalmente una: l’accesso a Lucca.

Se per una fiera ambientata in una struttura espositiva o fieristica, è abbastanza facile regolare le presenze (se piazzi già tutti i biglietti, sai già che difficilmente, persone senza biglietto si muoveranno per venire a fare un viaggio a vuoto); diversamente, situazioni come Riminicomix, Unicorno o Lucca, rendono difficile impedire a visitatori e turisti di girare nella città lo stesso.

Da tempo circola l’ipotesi di permettere l’accesso a Lucca ai soli visitatori muniti di biglietto durante la manifestazione, per ridurre e contingentare le presenze e rendere meno caotica la situazione (che di anno in anno, vede le presenze extra-fiera aumentare, con varie problematiche legati al traffico e alla sicurezza), ma è sempre stata rimandata a causa di problematica fra l’amministrazione, i residenti e i commercianti (meno ingressi, verrebbero visti come una minore fonte di guadagno).

Ma la Pandemia potrebbe agevolare l’approvazione di questa scelta, rendendo il centro di Lucca più libero da calche e assembramenti, visto che non sarebbe concesso accesso a persone (esclusi ovviamente i residenti, addetti a stand e strutture, commercianti e persone con prenotazioni all’interno delle strutture ricettive del Centro), ma sarà fattibile?

La Quarantena e la Pandemia ha evidenziato come sia problematico evitare gli assembramenti e far rispettare a tutti le regole di distanziamento sociale e uso delle mascherine, sarà applicabile ad un evento massivo come Lucca?

I dati e le presenze degli anni passati (e relativi disagi) hanno evidenziato le difficoltà, che permarrebbero se il Centro di Lucca non fosse a ingresso contingentato, come se non si applicassero sistemi e limitazioni atte a far desistere tutti i potenziali visitatori NON muniti di biglietto.

E tutte le problematiche legate a chi, nel caso, prende residenza negli alberghi, nei B&B e negli affittacamere dentro il Centro, ma che, magari, NON si doteranno di biglietto?

 

 

 

 

Non si poteva fare solo Online?

 

 

 

 

Non era forse, seguendo l’esempio di altre fiere nazionali e internazionali, fare una edizione SOLO mediatica?

La manifestazione non avrebbe intaccato il suo prestigio e siamo sicuri Lucca avrebbe offerto un programma multimediale all’altezza della sua fama.

Capiamo che, la scelta di Lucca C&G, Lucca Crea e del Comune di Lucca, è stata fatta anche per aiutare l’indotto e il settore fornendo delle entrate (ridotte, ma comunque, economicamente interessanti) all’indotto turistico, ricettivo, della ristorazione e della logistica (ma anche all’indotto di espositori e rivenditori), ma è la scelta più saggia? sapranno gestire al meglio l’inevitabile stuolo di visitatori esterni alla fiera, che vorranno girare per vedere dall’esterno la fiera e i suoi visitatori, sopratutto i cosplayer? Sapranno fare una attenta campagna informativa per far rispettare regole e protocolli ai visitatori?

E se, nella peggiore ipotesi, la Pandemia avesse una seconda ondata che si manifesterà prima delle date previste, a quel punto, Lucca saprà gestire la cosa, in caso di annullamento per forza maggiore?

Dal mio punto di vista personale, auguro a Lucca C&G auguro un buon lavoro per questa edizione 2020, ma per quest’anno, passo: al momento, troppe incertezze sulla Pandemia e sui rischi correlati, mi fanno pendere l’ago della bilancia a rinunciare a questa edizione “diversa”, di sicuro, vi terremo aggiornati sugli sviluppi, sul programma e sulle modalità, ma per questo 2020, non sarò presente alla manifestazione, qualunque esito abbia.

E voi? che ne pensate? sarete presenti lo stesso? starete a casa per timori della Pandemia? condividete la scelta di Lucca 2020? avreste preferito una edizione SOLO digitale e online?

Esprimete il vostro parere nei commenti, voglio sapere il vostro pensiero sull’argomento.

P.S: Commenti complottisti, commenti riportanti bufale scientifiche o mediche sulla Pandemia, insulti e toni troppo aggressivi saranno cancellati.

6 Comments

  1. Ma certo che sarebbe stato più saggio annullare quest’edizione del Lucca Comics. Tuttavia, la pioggia di denaro che quest’evento fa piovere su tutta Lucca fa davvero troppa gola per rinunciarci, e quindi si è deciso di organizzarlo lo stesso, fregandosene bellamente dei rischi sanitari che questo comporta. Una decisione moralmente inqualificabile, che meriterebbe per tutta risposta un boicottaggio di massa da parte di tutti gli amanti del fumetto. Ma ovviamente non andrà così, e anzi gli habitués del Lucca Comics faranno di tutto per accaparrarsi i pochi biglietti disponibili. Perché il Lucca Comics è un evento magico, inutile negarlo, e qualcuno pur di non rinunciare a quella magia è disposto anche a beccarsi il coronavirus.

    • Ti dico, almeno fra una bella fetta dei miei conoscenti, a Lucca non vanno, probabilmente, se avranno visitatori, sarà fra le nuove generazioni e i casuali, fra gli affezionati di lunga data, al momento è un grosso NO grazie

      • Anche secondo me saranno soprattutto i giovani a rimanere fedeli al Lucca Comics, perché i giovani sono per loro natura spericolati e portati a sentirsi invincibili. Poi naturalmente qualcuno giustificherà la sua scelta di andare dicendo: “Ma se il vaccino non lo troveranno mai che facciamo, rinunciamo al Lucca Comics a vita?”.
        Ammetto che io per primo potrei fare questo ragionamento e cedere alla tentazione di andare al Lucca Comics, ma al momento in me prevale l’intenzione di disertarlo. Non soltanto per motivi sanitari, ma anche per una questione di principio: non mi va di dare soldi a chi pur di arraffarli è disposto a giocare con la salute delle persone.
        Un organizzatore del Lucca Comics mi direbbe che non ci stanno giocando affatto, perché stanno predisponendo tutte le misure necessarie per far svolgere l’evento in piena sicurezza: tuttavia sappiamo benissimo che è una presa in giro, perché il Lucca Comics è per sua natura un assembramento, ed è assolutamente impossibile garantire il distanziamento sociale in quella circostanza. Grazie per la risposta! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.