Le Cronache del Drago Nero Live: Tornare a un GDR Live ai tempi della Pandemia

 

(Foto © Ohana GRV/Le Cronache del Drago Nero – 2020)

 

E’ stata una sensazione stupenda, tornare a fotografare un GDR Live.

Ed è stato bello ricominciare da dove avevo lasciato l’ultima volta, prima della Pandemia, ossia con la Campagna di Drago Nero.

 

 

 

 

 

Le Cronache del Drago Nero: Il Westeros prima delle Cronache

Le Cronache del Drago Nero è la campagna GDR Live iniziata lo scorso anno che ha raccolto l’eredità di Fuoco Nero, la Campagna creata dai Secondi Figli.

Le vicende narrate in Fuoco Nero prima e, ora, nelle Cronache del Drago Nero, sono ispirate a Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R.R Martin, o meglio narrano eventi accaduti 100 anni prima rispetto ai libri della saga divenuta un successo mondiale grazie alla serie Tv Games Of Thrones.

 

 

La Campagna è curata e gestita dall’associazione Ohana Grv, che si occupa di gestire gli eventi Live e interlive dei giocatori; gli eventi si svolgono principalmentein Toscana e nel Centro-Nord, in location che trasmettono le atmosfere delle terre del Westeros.

Fare Larp ai tempi della Pandemia, in sicurezza

La prima domanda può essere scontata: è possibile, in questa fase della Pandemia, fare un GDR Live o un LARP in sicurezza, rispettando le regole di distanziamento e sicurezza sanitaria?

La risposta dopo questo Live mi sento di dire Sì.

L’evento ha visto una cinquantina di partecipanti, tutti rigorosamente in mascherina, portata per la maggior parte del tempo (e realizzate in modo e maniera che non sembrassero anacronistiche o fuori tema), escludendo ovviamente il momento in cui i giocatori pranzavano o bevevano.

A tutti i partecipanti è stata misurata la temperatura e, nel corso della giornata, era a disposizione igienizzante in loco per tutti i giocatori.

 

 

La Location, nell’occasione, era il piccolo e caratteristico borgo di Populonia (LI), che ha visto le sue strade animarsi, oltre che di turisti (inconsapevoli spettatori di questo evento, ma senza mai creare assembramenti o problemi ai giocatori, grazie a una preventiva cartellonistica disposta dagli organizzatori, che spiegava come comportarsi), delle azioni dei giocatori per le strade del Borgo, con campo principale d’azione la splendida Dispensa Desideri: Il Colore del Grano, locale di ristorazione che ha curato anche il pranzo del Live (di assoluta bontà, se potete, un viaggio a Populonia, oltre che per la bellezza del posto, vale per questo locale).

Vista la particolare situazione, si è trattato di un Live di una sola giornata, particolare, dove, almeno per questa occasione, si è preferito far prevalere la parte di discussione e politica della Campagna (basata molto sulle trame, cospirazioni e lotte di potere fra le varie casate del Westeros per il controllo di tutti gli intrecci che animano le Cronache), rispetto alle parti di combattimento e scontro (o classiche situazioni come torture e interrogatori molto fisici).

 

 

 

 

Nel Westeros, dove sempre guardarti le Spalle

Ricalarsi nelle terre del Westeros è stato piacevole.

Vedere le persone discutere, studiare alleanze, vederne sfaldare altre per convenienze politiche o economiche, come vedere il fatto, che nelle Cronache del Drago Nero, il tuo migliore alleato sono due occhi dietro le spalle, se vuoi essere sicuro di non voler essere fatto fuori dai giochi.

 

 

C’è chi riesce a barcamenarsi nel sottile gioco di alleanze tattiche e addirittura, all’insaputa di tutti, tenere il piede in due scarpe, mentre c’è chi si trova sempre la strada verso il Successo sbarrato all’ultimo secondo da qualcuno più astuto e furbo di te.

Verso un 2021 di GDR intenso (speriamo)

Piano piano, anche il Mondo dei GDR Live sta rimuovendo i suoi primi passi, cercando di organizzare eventi in totale sicurezza e nel rispetto delle regole.

Trovo importante che riparta questo comparto, non solo perché per me sono affascinanti gli scenari e le situazioni che creano i giocatori e le associazioni, ma anche perché in questo ambiente ho trovato una bella atmosfera, tante persone interessanti e anche delle belle amicizie.

L’attesa per la nuova data, sapere che rivedi gente dopo mesi che, per distanze o impegni, non riesci a vedere o incontrare quanto vorresti; la Quarantena e la Pandemia è stata dura, ma in questa Pandemia ho visto, quanto, nel mondo dei GDR Live, molti abbiano sentito la mancanza di quel momento di evasione e libertà di potersi esprimere coi propri personaggi.

 

 

Il poter calcare le terre create dalla fantasia dei Master e dei giocatori, poter dare vita a personaggi nati dalla propria mente, alle loro vicende, è liberatorio e rigenerante, per molti, è una fuga dalla banalità quotidiana di una vita basata su casa/lavoro/scuola/ecc, è il non pensare sempre solo alla bolletta da pagare o quando finisci il turno di lavoro.

Un GDR Live è una liberatoria valvola di sfogo dallo stress quotidiano e una vera cura rigenerante per tenere vivi i sogni, le fantasie e la vitalità delle persone creative.

Quindi spero piano piano, torneremo a fotografare e raccontare con regolarità il GDR Live italiano.

Un ringraziamento a Ohana GRV che ha permesso la realizzazione di questo Reportage.

Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.