L’Ultimo Concerto: è un rischio concreto?

Domani sera, dalle 21, in oltre 130 Live Club in tutta Italia, andrà in scena L’Ultimo Concerto.

Un evento Live (in streaming, a porte chiuse, con i locali che non faranno entrare nessun pubblico, solo le band che hanno aderito all’evento – una per locale – e le maestranze necessarie allo svolgimento dell’evento stesso) per lanciare un campanello d’allarme sulla scena musicale italiana dei Live Club e dei Concerti: il rischio che la chiusura prolungata della Pandemia porti alla Morte del settore.

Un rischio concreto?

Partiamo dai numeri: da un 2019 che prometteva un 2020 di ulteriore crescita nel settore Live, siamo passati a fine 2020 a perdite considerevoli per tutti gli operatori (musicisti, attrezzisti, addetti alla sicurezza, gestori locali ecc) che ha visto molti abbandonare il settore Musica Live e Spettacoli per cercare lavoro altrove.

E ovviamente non è una problematica che ha investito solo noi, ma tutto il Mondo, sia chiaro; artisti internazionali si sono trovati ad annullare o rinviare al 2021 tutti i Tour mondiali programmati, Festival cancellati (e alcuni in maniera definitiva, purtroppo). Ma l’evoluzione della Pandemia da paese a paese ha portato a soluzioni differenti per sostenere il Settore o farlo ripartire.

Dal pieno sostegno del settore in Germania e Francia, con fondi ingenti dedicati, ad altri che nemmeno hanno affrontato il problema (come gli USA, dove di fatto, il supporto agli artisti avviene solo dalla Fondazioni e istituzioni private) o nel nostro, dove si sono attivati forme di aiuto, ma solo di sostegno statico, mentre una riapertura dei locali è stata più volte rimandata (mentre ad esempio, nel periodo da Giugno a Settembre, è stato invece concesso la realizzazione di festival musical a numero ridotto di spettatori e concerti all’aperto a pubblico ridotto); insomma il fronte di interventi e aiuti non è stato univoco ovunque.

Spagna: Fare concerti al chiuso durante la Pandemia è fattibile?

In molti stanno al momento guardando alla Spagna come un segnale di speranza per poter riprendere a fare concerti Live nei locali, nei teatri e nei palazzetti.

L’evento pilota fatto a Barcellona hanno dato risultati ottimali, con nessuno degli spettatori e del pubblico che hanno presentato sintomi di contagio prima o dopo gli eventi, oltre a uno studio fatto da medici e scienziati spagnoli in accordo col governo, sembrano mostrare che, contenendo numeri di spettatori, sanificando gli ambienti, garantendo rigidi protocolli sanitari, sia possibile per Live Club, Teatri e Cinema riaprire in sicurezza.

Per questo, oltre che per studi e dati raccolti nel periodo in cui è stato possibile fare concerti, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche, i Club riuniti sotto l’evento “L’Ultimo Concerto” chiedono di ripartire, ovviamente rispettando protocolli di sicurezza e di prevenzione sanitaria già collaudati, provati e discussi con il CTS e tutte le parti in causa (Ministeri, ASL, enti preposti ecc).

Perché il rischio di perdere storici locali e strutture Live in Italia è concreto e reale, come dimostrano alcune notizie dei mesi passati di chiusure di storici locali italiani.

Non deve essere l’Ultimo Concerto

L’augurio è che questo evento non sia DAVVERO L’Ultimo Concerto e che il settore possa ripartire presto, con tutte le regole e i parametri per farlo, per permettere a musicisti, gestori, promoter e addetti ai lavori di tornare a lavorare facendo quello che a loro piace: fare musica e spettacolo.

Qui sotto una serie di Link per seguire L’Ultimo Concerto, sostenere l’iniziativa e dargli la massima visibilità:

Sito Ufficiale: https://www.ultimoconcerto.it/

Pagina FB: https://www.facebook.com/ultimoconcerto/

Pagina Instagram: https://www.instagram.com/ultimo.concerto/

Profilo Twitter: https://twitter.com/ultimo_concerto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.