Il Museo che non ti Aspetti – Il Museo Archeologico dell’Alto Mantovano

Nuovo appuntamento con il Museo che non ti Aspetti, oggi usciamo dai confini toscani e ci spostiamo al confine fra Lombardia e Veneto, per conoscere il MAAM, il Museo Archeologico dell’Alto Mantovano di Cavriana (MN).

Dalla Preistoria al Risorgimento

Le origini del Museo si devono alla nascita, fra il 1964 e il 1965, del Gruppo Archeologico Cavriana, fondato da Leonildo Grazioli, studioso e appassionato di archeologia locale che inizio, con l’aiuto di giovani volontari del neo-costituito gruppo, a raccogliere, catalogare e ordinare le molte scoperte archeologiche di Cavriana e dintorni dal dopoguerra.

Nel 1966, l’allora Soprintendente lombardo all’Archeologia, Mario Mirabella Roberti, riconosce il grande lavoro svolto dal Gruppo e affida la direzione scientifica dello stesso a Adalberto Piccoli, che porta il gruppo e le sue campagne di scavo, a fare un grande lavoro di ricerca storica e archeologica del territorio.

Saranno oltre 60 i siti, dagli anni 60 del 20° secolo ad oggi, (tra anche i siti UNESCO di Bande e Castellaro Lagusello), scoperti, studiati, catalogati e inventariati dal Gruppo nel consorzio dei nove comuni (Cavriana compresa) dell’Alto Mantovano.

(Mosaico Romano)

Nel 1969, per valorizzare il grande lavoro fatto, viene costituito e inaugurato a Cavriana il primo Antiquarium, che nel 1983 diventerà l’attuale Museo.

Un Viaggio nella Storia

Attraverso le 13 sale del Museo, frutto dell’ultimo allestimento, ripercorriamo la Storia del Territorio di Cavriana e delle zone limitrofe, dai primi insediamenti preistorici, alla civilizzazione romana, passando poi per il Medioevo e il Rinascimento, fino ad arrivare all’epoca del Risorgimento.

Il Museo contiene prezzi davvero pregevoli e interessanti: dai numerosi reperti trovati nel Sito di Bande, con veri pezzi di pregio, alle campagne di scavo delle sepolture romane; interessante anche i numerosi reperti medievali e rinascimentali provenienti dagli scavi della Rocca di Cavriana, che fu rasa al suolo nel 1772 dalle sollevazioni popolari.

(La famosa “Stanza di Napoleone III”)

Infine ci caliamo nel Risorgimento, che a Cavriana vive un momento fondamentale della Seconda Guerra d’Indipendenza, visto che Villa Mirra (sede del Museo), viene eletta prima comando dell’esercito austroungarico, sotto il comando di Francesco Giuseppe I durante la Battaglia di Solferino e, a battaglia conclusa, sede del comando francese, dove soggiorna anche Napoleone III, che proprio da Cavriana invierà alla moglie la notizia della vittoria.

Occasione per visitare il Territorio

Visitare il MAAM è anche l’occasione per conoscere il circuito del MANET, ossia l’unione dei Musei archeologici delle province di Brescia, Cremona e Mantova, nato nel 2004 per valorizzare il patrimonio archeologico-museale delle tre province.

Cavriana può essere il punto di partenza ideale per un viaggio nel territorio: Oltre a Villa Mirra e al MAAM, potete visitare i resti della Rocca, le Chiese di San Biagio e Santa Maria della Pieve, il già citato sito di Bande; da lì consiglio la visita ai vicini comuni di Volta Mantovana e Valeggio sul Mincio, ricchi di siti e luoghi da visitare.

Senza contare le molte produzioni eno-gastronomiche del territorio, da scoprire sia nei ristoranti tipici che nelle varie sagre e rassegne culinarie della zona.

In conclusione, se capitate nel Mantovano, un salto a Cavriana e al suo MAAM può assolutamente valere la visita per scoprire la Storia di questa zona.

(Uno scorcio di Cavriana)

Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2021

Di seguito alcuni Link utili:

Sito Ufficiale: https://www.museocavriana.it/

Profilo Instagram: https://www.instagram.com/maam.cavriana/

Pagina FB: https://www.facebook.com/museocavriana.it/

Canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCeRl6U4sjRvnuwBw6n9Zc_A

Sito Ufficiale MANET: https://www.museiarcheologici.net/index.php/it/

Pagina FB MANET: https://www.facebook.com/ReteMuseiArcheologici/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.