Aspettatevi l’inaspettato a Exodus (e i Tortellini a Mezzanotte)

Lo scorso Ottobre ho avuto modo di partecipare al primo Live 2021 di Exodus, sull’appennino reggiano.

Era da due anni che non facevo un Live di questa campagna ed è stato un grande piacere tornare a fotografare i loro eventi: Evento ovviamente svolto nel rispetto delle regole, con mascherine nei luoghi al chiuso e negli assembramenti da tenere, igienizzanti a portata di mano (e, come le mascherine, a “tema” del Live) e tutti i giocatori erano muniti di Green Pass.

Dal 2018 su e giù per Mir’Galar

Nato nel 2018 da un gruppo di giocatori di GDR Live dell’Emilia-Romagna (Fondata e realizzata da Morris Fabbri, Luca Virno e Federico Graziosi, negli anni si sono aggiunti e cambiati diversi membri nello Staff: attualmente, ne fanno parte, oltre a Morris, Serena Berselli, Ugo Bonni e Nicola Ceccherini).

La campagna, ambientato nel Mondo di Mir’Galar, si è svolta con live fra l’Emilia e la Toscana; attualmente ci sono 6-7 fazioni in gioco, la maggior parte delle quali al momento unite in una coalizione contro la minaccia esterna che sta colpendo il Mondo dove è ambientato.

(Mai tirare troppo la Corda in un rito)

In Exodus magia, tecnologia, artefatti ed alchimia si mischiano fra popoli che vengono da continenti desertici alle zone più fredde, fra riti divinatori e fazioni terroristiche dedite alla tecnologia e la sperimentazione scientifica (un tributo agli AIM di Marveliana memoria?).

Prima regola: se è un cerchio, arrivano i Guai

Una cosa che ho imparato da Exodus è che, se appare un cerchio o fai un cerchio per un rito, sicuramente preparati al Peggio.

I riti Pro o Contro qualcosa (o qualcuno) sono una costante interessante e attira, come immaginabile, di tutto: da quello che volevi evocare, a quello che NON volevi evocare, con tutte le conseguenze logiche del caso, ovviamente.

Per questo in Exodus conviene sempre avere dei buoni cerusici in fazioni o curatori, se volete salvare la pellaccia.

(è una bella serata per evocare qualche divinità dedita alla distruzione)

Strike Hard, Strike First, ma occhio a chi sfidi

Gli scontri e le battaglie sono una caratteristica altrettanto importante in Exodus: che siano armi bianche, che siano magie, che siano armi da fuoco o altri oggetti (magari con innesti magici o tecnologici), quando arriva il momento di menarsi, garantitevi di avere in fazione ottime lame e validi combattenti.

(Se una divinità guerriera ti si para davanti, nel dubbio, inginocchiati)

Una Campagna da provare

Se volete provare una campagna con un ambientazione particolare a cavallo dell’appenino tosco-emiliano, Exodus può essere molto interessante da provare, almeno una volta, sia con un proprio personaggio che con un PNG.

Inoltre le Location scelte sono sempre molto suggestive e immersive nella natura e nelle zone dell’appenino, un’occasione per vedere anche posti diversi dal solito, lontani dal grande giro turistico, magari da riscoprire al di fuori del Live, quando si ha tempo.

(Giocare in mezzo alla Natura e alla Storia è piacevole)

Due Link utili per contattare l’associazione e muovere i primi passi nel Mir’Gallar:

Pagina FB Ufficiale

Gruppo FB Ufficiale

Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2021

(Venite ad Exodus, abbiamo i salottini col Camino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.