Let’s Get Digital @ Palazzo Strozzi: l’NFT sta diventando una cosa seria?

Durante la mia visita alla mostra di Donatello a Palazzo Strozzi (QUI il resoconto) ho avuto modo di visitare anche una mostra collaterale alla stessa, nei sotteranei della Strozzina, dedicata agli NFT e alla Digital Art.

NFT: Da valuta a Meme a Arte e investimento

Le prime tracce di NFT compaiono intorno al 2018, quando inizia ad uscire dal semplice mondo delle criptovalute e delle Blockchain e iniziano ad essere sfruttati da artisti e creator per creare opere d’arte digitali uniche non replicabili e acquistabili in esclusiva online.

In poco più di quattro anni sono passati da componenti per criptovaluta a nuova forma d’arte, Meme inconsapevole, oggetto di speculazioni economiche, alcuni danno gli NFT già una moda passeggera, ma sembra che questa forma di arte digitale stia prendendo una sua strada definita e una sua crescita.

(l’Opera di Arsham)

Il meglio della Digital Art

Fino al 31 Luglio, Palazzo Strozzi ospita alcune delle migliori opere e installazioni digitali della scena internazionale.

Refik Anadol, con la sua “Machine Hallucinations – Nature Dreams”, ci accoglie con una maestosa installazione nel cortile di Palazzo Strozzi, che ci parla di mutazioni ed evoluzioni in loop continuo; Le opere di Anyma affrontano il legame della coscienza di se e dell’esistenza, attraverso le sue creature artificiali e digitali, che si scoprono “vive; Daniel Arsham, con “Eroding and Reforming Bust of Rome (One Year)”, racconta l’usura del Tempo attraverso la sua installazione digitaleche documenta l’usura del busto in un ambiente virtuale; Beeple ci offre, attraverso la selezione dei suoi lavori, l’immagine più note e identificate come NFT dal pubblico generalista, con immagini a volte paragonabili a Meme, disturbanti e Nonsense; Krista Kim ci porta, con le sue architetture, nelle prime case su Marte dopo la colonizzazione, mentre Andrés Reisinger ci illustra le applicazioni artistiche che l’arte digitale può realizzare nel metaverso.

(Le opere di Peeble)

LET’S GET DIGITAL – NFT e nuove realtà dell’arte digitale

Tutti i giorni 10.00-20.00
Giovedì fino alle 23.00

Biglietti Online QUI

Ingresso intero € 10

Open € 12

Biglietto valido per un ingresso alla mostra in data e orario a piacere senza passare dalla biglietteria.

Giovani € 5

Ragazzi dai 6 ai 18 anni compresi
Ogni giovedì dalle ore 18.00: minori di 30 anni, possessori carta Studenti della Toscana.

Famiglia € 15

Per tutte le famiglie composte da uno o due adulti e almeno un ragazzo dai 6 ai 18 anni (valido massimo per 6 persone).

Omaggio Gratuito

Amici di Palazzo Strozzi, bambini di età inferiore ai 6 anni, visitatori con disabilità e accompagnatori, giornalisti con tessera professionale previo accredito, guide turistiche con tesserino, soci ICOM, Soci Collezione Peggy Guggenheim, Soci Palazzo Magnani, Card Sotheby’s Preferred.

E’ possibile fare il biglietto congiunto con la mostra “Donatello – Il Rinascimento” (QUI i dettagli)

Foto © Palazzo Strozzi/Aventi diritto

3 Comments

  1. Onestamente la NFT è qualcosa di cui mi fido veramente poco, soprattutto dopo quello che ho visto in pochi anni. Mi sono informato e per il momento me ne tengo alla larga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.