I Luoghi della Resistenza in Italia, per celebrare e capire le origini del 25 Aprile

Oggi è il 25 Aprile, la Festa in cui il nostro Paese festeggia la Liberazione dal Nazifascismo culminata dalla Insurrezione generale in Italia organizzata dai CLN della Resistenza per dare la spallata definitiva al Regime di Salò e ai suoi alleati del Reich, in rotta a seguito dell’avanzata alleata dopo la caduta della Linea Gotica nel corso della Guerra di Liberazione.

Continua a leggere

Il 25 Aprile è la Festa di tutti gli Italiani

(Foto © Silver/Facebook – 2017)

Diciamolo sinceramente: Come non può essere considerata una giornata bella, felice e inclusiva il giorno in cui festeggi la Liberazione del tuo Paese da una dittatura feroce e repressiva?

Continua a leggere

Non dividiamo il 25 Aprile

(Foto © ANPI 2017)

 

Oggi è il 25 Aprile, festa della Liberazione dell’Italia dal Nazifascismo.

Festa che dovrebbe unire, che dovremmo celebrare tutti assieme nel ricordo della fine di uno dei periodi più brutti della storia del nostro recente paese, ma che anche quest’anno ha avuto alcune situazioni polemiche che ne minano l’integrità.

Continua a leggere

Concerti Resistenti Foto -Gallery

Le foto gallery dei concerti per il 70° anniversario della Resistenza a Fornacette (PI) e Empoli andati in scena il 25 Aprile e 1° Maggio.

(Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” - 2015)

(Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2015)

 

70° Resistenza @ Fornacette 

(Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” - 2015)

(Foto © Enrico Bertelli “Taigermen” – 2015)

 

70° Resistenza & Festa 1° Maggio @ Empoli

BUONA VISIONE !!!

Dopo 70 anni, sarebbe l’ora…

70 ANNI RESISTENZA

Siamo liberi da 70 anni.

Siamo liberi di esprimere la nostra opinione, liberi di votare per chi riteniamo più degno, liberi di scegliere da chi farci comandare senza per questo imbracciare fucili, spargere sangue, finire in galera o peggio.

Lo siamo da quel 25 Aprile 1945, quando con un comunicato fu proclamato lo Sciopero Generale, segnale che dette il via alle operazioni finali del CLN per attaccare i presidi nazifascisti anticipando la Liberazione delle città mentre gli Alleati davano gli ultimi colpi alle fragili difese dell’Asse.

(Partigiani sfilano a Venezia - Wikipedia)

(Partigiani sfilano a Venezia – Wikipedia)

Ancora oggi è possibile sentire dalla viva voce alla radio di Pertini le parole che dettero il via alla Liberazione: 

 

Cittadini, lavoratori!

Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine.

Come a Genova e a Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire.

 

Continua a leggere

Suonate a Festa la Martinella, Oggi Firenze é Libera !!!!

70° della Resistenza

Oggi esattamente alle 7 di mattina dell’11 Agosto 1944, La campana della Martinella a Palazzo Vecchio dava il segnale per la liberazione di Firenze da parte delle brigate Partigiane, che già nei giorni prima avevano iniziato ad agire nel capoluogo toscano conquistando fette considerevoli della città.

Fu l’inizio di una lunga battaglia che si esaurì solo il 1° Settembre quando anche Fiesole veniva liberata e si poteva quindi dire conclusa la Liberazione di Firenze: una dura lotta che vide i partigiani lottare in prima linea e fare la maggior parte del lavoro, liberando quasi del tutto da soli la città, visto che le forze alleate si addentrarono nella città per finire l’opera di cacciata delle forze tedesche e repubblichine solo due giorni dopo l’11 Agosto, giorno che vide l’insediamento del primo governo del CLN nella città.

Dura fu la lotta porta a porta, specie anche per le ultime resistenze fasciste lasciate da Pavolini, nel frattempo scappato al Nord (ma che verrà alla fine giustiziato un anno dopo assieme a Mussolini a Dongo), che affidò la guerriglia contro i partigiani a decine di Franchi Tiratori, che fecero diverse vittime fra i partigiani e la popolazione, fra le quali anche lo storico capo partigiano “Potente” , capo della Divisione Garibaldi “Arno”, caduto sotto i colpi di questi il 9 Agosto.

E quindi oggi un giorno da rendere onore, perchè fu l’apice della campagna che nell’estate del 1944 portò alla Liberazione di gran parte della Toscana, con azioni svolte in gran parte proprio dalle Brigate Partigiane, che aprirono più volte la strada alle truppe alleate; fu anche una stagione purtroppo di orrendi eccidi e stragi, come Sant’Anna di Stazzema o del Padule di Fucecchio, solo per ricordare le più tristemente celebri.

Se volete saperne di più su questi episodi QUI trovate un bel lavoro di documentazione da parte della Regione Toscana, oltre alla cronologia della liberazione di tutti i comuni toscani provincia per provincia.

Festeggia Toscana, sorridi alla Vita, Oggi è il giorno che ritornasti Libera !!!