La Prima Rece non si scorda Mai – Il Giovane Favoloso

Nuovo editoriale dedicato al cinema, stavolta vi parlo di uno splendido film italiano uscito di recente nelle sale italiane dedicato a uno dei più noti poeti e letterati italiani, Giacomo Leopardi, raccontato ne Il Giovane Favoloso.

(il Manifesto del Film - Foto © Palomar/Rai Cinema - 01 Distribution 2014)

(il Manifesto del Film – Foto © Palomar/Rai Cinema – 01 Distribution 2014)

 

Continua a leggere

Due eventi da non perdere

Fra  Domani e Martedì vi segnalo due ottimi ed interessanti eventi assolutamente da non perdere:

Il 2 Marzo è la Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, un evento per riscoprire tratte ferroviarie dismesse e riconvertite in tutto lo Stivale, per maggiori informazioni consultate la Pagina Fb o il Sito Ufficiale.

Giornata Nazionale Ferrovie Dimenticate

 

Per l’occasione è anche indetto un concorso fotografico aperto a tutti i partecipanti, sul Sito trovate tutte le informazioni al riguardo.

Challenge Ferrovie Dimenticate

 

Il 4 Marzo invece ricorre il 1° Anniversario dell’incendio doloso della Città della Scienza di Napoli, che in meno di un anno grazie alle donazioni e alla generosità di tante persone è tornata a vivere, anche se ancora in forma ridotta, ma è tornata ad essere operosa con convegni e decine di iniziative e che intende festeggiare, come novell Araba Fenice, la sua rinascita con una lunga serie di Eventi da oggi al 4 Marzo.

 

Anniversario Città della Scienza

 

 

Buon Weekend a tutti !!!

 

Una Buona & una Cattiva Notizia

Iniziamo con una bella Notizia che da speranza:

Oggi riapre a Napoli la Città della Scienza, che fu data alle fiamme dalla Camorra lo scorso Marzo: un inizio e un messaggio a chi pensava di distruggere e annientare un simbolo della Napoli onesta e che invece è saputa risorgere dalle sue ceneri.

(Foto © Città della Scienza - 2013)

(Foto © Città della Scienza – 2013)

La Brutta Notizia è che circa due giorni fa ignoti (vandali? balordi? criminalità? tutte ipotesi ancora al vaglio degli inquirenti) hanno dato alla fiamme e distrutto in larga parte il Museo dello Strumento Musicale di Reggio Calabria, lodevole iniziativa nata nel 1996 dalla mente del Dottor Demetrio Spagna, che negli anni aveva raccolto con passione oggetti, strumenti musicali e spartiti provenienti dalle più svariate culture ed epoche, creando un piccolo e (purtroppo) poco pubblicizzato gioiello della cittadina calabrese; la macchina della solidarietà si è già attivata e per fortuna una parte della raccolta si è salvata, se volete sostenere e informarvi su come aiutarli contattateli anche QUI .

(il Museo dopo l'incendio - Foto © MuStruMu - 2013)

(il Museo dopo l’incendio – Foto © MuStruMu – 2013)

Potete continuare all’infinito, ma no distruggerete MAI LA CULTURA.

Una Piccola Grande Vittoria….

Citta della Scienza

 

 

…. Riapre la CITTA’ DELLA SCIENZA  a Napoli !!!! E’ solo una piccola parte e tanto si dovrà ricostruire, ma è un segnale FORTE di una città che non si arrende e che vuole rinascere, al contrario di chi sperava nella resa per speculare (e gli arresti e i sequestri delle aree Ex-Italsider vicine confermano ciò), per dargli una mano CONCRETAMENTE sosteneteli pubblicizzando le loro attività e attraverso i dati IBAN che trovate sulla Pagina Ufficiale FB della Città della Scienza.

La Cultura non verrà distrutta MAI, fatevene una ragione.

Come la Fenice….

(Il Rogo della Città della Scienza a Bagnoli)

(Il Rogo della Città della Scienza a Bagnoli)

… La Città della Scienza di Bagnoli deve rinascere SUBITO, per la Cultura, la Scienza e per dimostrare che si puole ricostruire una cosa CHE FUNZIONAVA BENE IN TEMPI BREVI.

 

Perché un Popolo che se ne frega della Cultura e della Scienza è un Popolo senza FUTURO.

QUI i dettagli della Notizia.

Non Mollate e rimbocchiamoci le maniche per farla riaprire quanto prima … il Governo che si prenderà l’incarico di risollevare questo paese sarà credibile se da domani i dirà “Poche storie: si trovano i soldi SUBITO E SI RICOSTRUISCE IMMEDIATAMENTE”.

Lo so il Paese è nelle Me**a fino al collo, ma se rinunciamo a non ricostruire subito questa cosa, ci meritiamo una fine orrenda. Punto.