La prima Rece non si scorda Mai – Le Mans 66 La Grande Sfida

(Il Manifesto del Film – Foto © 20th Century Fox – 2019)

Nuovo appuntamento con la Rece cinematografica, oggi vi parlo del film dedicato a una delle imprese sportive automobilistiche più  leggendarie degli anni 60: Le Mans 66 – La Grande Sfida

 

LA TRAMA – Negli anni 60 il colosso mondiale dell’automobile Ford sta attraversando una crisi nelle vendite; il proprietario, Henry Ford II (Tracy Letts – Imperium, Lady Bird, The Post), convinto dai suoi responsabili Marketing e sportivi, decide di sfidare la Ferrari nelle corse, in seguito anche alla fallita trattativa con Enzo Ferrari (Remo Girone – Il Viaggio di Capitan Fracassa, l’Angelo con la Pistola, Li chiamarono…Briganti!) che doveva portare l’acquisizione della stessa da parte della Ford stessa.

A capo della direzione sportiva del progetto mette l’Ex- Pilota Carroll Shelby (Matt Damon – Salvate il Soldato Ryan, le saghe di Jason Bourne e di Ocean Eleven), unico americano ad aver vinto fino ad allora Le Mans, ritiratosi dalle corse per problemi di salute; Shellby accetta e decide di coinvolgere l’amico e pilota Ken Miles (Christian Bale – American Psycho, la saga di Batman, The Fighter), pilota eccezionale ma dal carattere scontroso…. James Mangold (Ragazze Interrotte, Quel Treno per Yuma, Logan) esordisce nel mondo sportivo con un film dedicato a una delle imprese automobilistiche americane più epica, ovvero la battaglia fra Ford e Ferrari per il dominio della 24 di Ore Le Mans.

(Miles, Shelby e il suo Team – Foto © 20th Century Fox – 2019)

LA REGIA – Mangold gira un’ottimo film a tema storico-sportivo, calando nella rivalità fra il colosso automobilistico americano e la casa sportiva italiana nelle gare GT di durata negli anni 60, riportandoci nelle atmosfere di sfide epiche, dove il rischio e la morte erano costanti purtroppo quasi quotidiane.

Le sequenze di gara sono potenti e coinvolgenti, ma è bello anche vedere le scene dove si racconta il dietro le quinte di come la Ford iniziò a prepararsi per affrontare la sfida contro Ferrari, le tensioni fra reparto sportivo e dirigenza.

La fotografia di Phedon Papamichael (The Million Dollar Hotel, Patch Adams, Quel Treno per Yuma, Monuments Men) rende al meglio le atmosfere eroiche delle corse endurance, le sequenze notturne di Le Mans o delle prove serali della Ford prima di Le Mans sono superbe, secondo me.

(Ferrari/Girone e Gozzi/Invernizzi – Foto © 20th Century Fox – 2019)

 

IL CAST – Cast di buon livello, con Damon e Bale che non si rubano la scena a vicenda, ma si compensano e si spalleggiano con i loro ruoli durante il film, riportando sul grande schermo l’amicizia/competizione fra i due sportivi.

Letts convincente nel ruolo di Henry Ford II, burbero, autoritario e diretto; bene anche Girone, nel non semplice compito di portare su grande schermo un personaggio come il “Drake” Enzo Ferrari, Padrone e fondatore della casa del Cavallino Rampante.

Menzione speciale per Ray McKinnon (la serie TV Son Of Anarchy, Cose Preziose, The Missing) nei panni del capomeccanico di Shelby, Phil Remington, capace di stemperare i momenti di tensione nella squadra e di interpretare le indicazioni di Miles sulla vettura.

 

(L’arrivo delle Ford a Le Mans 66 – Foto © Getty Image/Daily Mail UK – 1966)

LA STORIA DELLA RIVALITA’ – Non è stato sicuramente un lavoro facile per Mangold condensare una rivalità così ricca di spunti e storie come quella fra Ford e Ferrari nell’Endurance, di cui Le Mans 66 è stato solo l’apice.

Le Mans 66, con qualche licenza “poetica” (soprattutto nella parte dedicata alla trattativa Ford-Ferrari) fa un discreto lavoro di sunto storico e lascia spazio maggiormente alla competizione, come giusto che sia, ma ci permette di capire la genesi di un’avventura, che negli anni 60, quella della Ford di sfidare Ferrari nel campo GT, fu giudicato follia da molti degli addetti ai lavori.

In conclusione?

Se amate lo sport e le corse, è il film che fa per voi; se volete scoprire una vicenda epica dello sport a quattro ruote, magari vissuta solo per racconti dai vostri genitori o nonni, è l’occasione per calarvi in questa sfida, recuperate questo film, che sia ancora in sala o nella vostra personale videoteca, BUONA VISIONE!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.